Quantcast

Turista in gravidanza accusa forti dolori all’addome, i medici scoprono rara patologia e salvano la paziente

L'equipe formata dai ginecologi Paolo Meloni e Silvia Andreietti dell'ospedale di Imperia si è trovata ad affrontare un caso più unico che raro

Imperia. Si presenta in ospedale alla 18esima settimana di gravidanza accusando forti dolori all’addome, i medici scoprono rara patologia e decidono per l’intervento d’urgenza: salvi madre e feto. E’ una storia a lieto fine quella iniziata la sera dello scorso 6 giugno, quando presso il nosocomio del capoluogo, l’equipe formata dal responsabile di Chirurgia ginecologica Paolo Meloni e dalla dottoressa Silvia Andreietti (del reparto diretto dal dottor Pierluigi Bracco), sono dovuti intervenire in laparoscopia ginecologica per comprendere la natura di quei dolori insopportabili, accusati dalla giovane paziente incinta.

L’esito dell’esame diagnostico effettuato con l’uso di microcamere ha fatto riscontrare la torsione di un ovaio, con conseguente ischemia e necrosi dello stesso. Tale complicanza è molto rara in gravidanza, in particolare alla 18esima settimana di gestazione, come dimostrato dalla letteratura scientifica. In media, casi del genere sono più frequenti entro la decima settimana (1%) e diventano rarissimi con l’avvicinarsi alla data del parto.

La tecnica utilizzata per l’intervento – il primo del genere effettuato presso l’ospedale di Imperia -, è stata la laparoscopia, ovvero l’accesso in addome con quattro buchi da circa mezzo centimetro ciascuno che ha permesso l’asportazione dell’organo in sicurezza e una migliore ripresa della paziente. Inoltre ha evitato possibili ripercussioni sullo stato di salute del feto. Stando a quanto si apprende, il decorso post-operatorio è stato regolare ed anche i controlli successivi all’operazione sono risultati nella norma. La turista riprenderà la strada verso casa nella giornata di oggi.

(Nella foto il dottor Paolo Meloni)