Quantcast
Sanità

Trucchi (Semplicemente Bordighera): «Sindaco chieda a Toti informazioni sul futuro dell’ospedale Saint Charles»

«Chiediamo un forte interessamento per verificare la possibilità del recupero della palazzina lato est dell'ospedale che era stata originariamente destinata a Palasalute»

ospedale bordighera

Bordighera. «In seguito alle dichiarazioni delle autorità sanitarie locali e regionali apparse nelle ultime settimane sugli organi di informazione e alla notizia recentissima relativa al ritiro della pratica di privatizzazione degli Ospedali di Albenga e Cairo ritengo non più differibile un impegno urgente del sindaco della città di Bordighera per ottenere dal presidente della Regione Liguria informazioni precise sia organizzative che cronologiche circa il prossimo futuro del nostro ospedale S. Charles» – dice Giuseppe Trucchi di Semplicemente Bordighera.

«Il nostro sindaco rappresenta la massima autorità sanitaria cittadina e il Comune di Bordighera è a tutti gli effetti proprietario dell’ospedale. Con il miglioramento delle condizioni sanitarie legate alla pandemia pare probabile che con l’inizio dell’autunno si proceda con la ridistribuzione presso altre sedi dei reparti che durante la emergenza erano stati allocati a Bordighera come ad esempio ortopedia e oncologia ma anche altri. Per la Day Surgery pare che si stia già pensando a procedure riorganizzative. Diventa quindi indispensabile conoscere tempi e modi dell’eventuale ingresso dei privati e dettagli dei criteri contrattuali. Il rischio che corriamo è che l’ospedale di Bordighera si svuoti progressivamente di servizi e di personale senza contestualmente affermare una sua chiara e dettagliata vocazione assistenziale» – sottolinea.

«Con l’occasione chiediamo anche da parte del sindaco, eventualmente in collaborazione con i colleghi dei Comuni vicini, un forte interessamento per verificare la possibilità del recupero della palazzina lato est dell’ospedale che era stata originariamente destinata a Palasalute (ce ne sarebbe un drammatico bisogno) per ridestinarla ad utilizzo esclusivo per l’azienda sanitaria locale. Ci riserviamo di presentare un’interpellanza su questi temi ove non fossero date risposte convincenti a tutela del nostro territorio» – afferma Giuseppe Trucchi di Semplicemente Bordighera.

commenta