Quantcast

Sanremo, si smuove la trattativa sull’ex Hotel Astoria. Privato pronto ad investire

Vertice questa mattina a Palazzo Bellevue tra il sindaco Biancheri, l'assessore Donzella e i tecnici comunali

Più informazioni su

Sanremo. C’è una trattativa in corso per l’acquisto dell’ex Hotel Astoria di corso Matuzia. L’albergo, situato nel quartiere della Foce, era stato oggetto di una trasformazione in appartamenti residenziali che ne aveva condannato l’esistenza. Proprio questa mattina a Palazzo Bellevue si è tenuto un vertice interno tra il sindaco Alberto Biancheri, l’assessore ai Lavori Pubblici Massimo Donzella e i tecnici comunali, volto a comprendere come preparare la pratica, da un punto di vista urbanistico, in caso di svolta, dopo 17 anni di silenzio.

Stando a voci di bene informati, sembrerebbe che nei confronti della proprietà (Banca Intesa) e del Comune, si sia fatto avanti un imprenditore privato, pronto ad investire con il fine di convertire una parte dell’edificio in struttura ricettiva e una parte in alloggi indipendenti. Non si esclude, inoltre, l’ipotesi Rsa di lusso: è noto che la “silver economy”, a Sanremo, sta riscuotendo grande successo.

Realizzato nel 1882, l’ex Astoria nacque con il nome di Hotel West-End per la sua collocazione a Ponente rispetto al centro della Città dei Fiori. A progettarlo fu il noto architetto Giacomo Pisani. Ex quattro stelle con 225 posti letto, allo scoppio della prima guerra mondiale il West-End venne adibito a ospedale militare. Il ritorno alla normalità avverrà nel dopoguerra sotto l’insegna dell’Astoria. Nel 2004 l’hotel chiuderà i battenti per sempre. Oggi, imponente come allora, è sotto gli occhi di tutti per essere rimasto l’unico albergo della zona, dopo il recupero del Miramare, a trovarsi in stato di degrado.

I precedenti. La società che aveva tentato l’operazione di trasformazione in complesso residenziale con annesso centro benessere e ristorante, la Logam Srl con sede a Moncalieri, fallisce nel 2017. A rilevare l’immobile, in sede di asta giudiziaria, dove erano finiti anche alcuni alloggi sempre della Logam a Bordighera, era stata una società partecipata da Banca Intesa, la Intrum Italy, attuale proprietaria del compendio valutato intorno agli 8 milioni di euro, fatto proprio con poco meno di 7.

I restyling. A Sanremo sono altri tre i progetti immobiliari che riguardano ex strutture ricettive cadute in rovina. Rimanendo vicino alla Foce, l’ex Tiro a volo è stato acquistato dalla società proprietaria del Camping dei Fiori che ne ha avviato la ristrutturazione. A pochi passi dall’Astoria, nel febbraio del 2018 è rinato l’hotel Miramare, divenuto “The Palace” a cinque stelle. A Portosole, i nuovi soci, facenti capo al fondo di investimento dei fratelli inglesi Reuben, hanno presentato nelle scorse settimane un nuovo progetto di recupero dell’albergo incompiuto.

Più informazioni su