Quantcast

Sanremo, non fa tempo ad entrare che si tira fuori. La Lolli lascia la Sinfonica

Ex vicesindaco della giunta Zoccarato e assessore al Turismo, aveva accettato nelle scorse settimane di presiedere l'omonima Fondazione

Sanremo. «Ho visto poco ma quel poco che ho visto mi è bastato per capire che presiedere la Fondazione Orchestra Sinfonica richiede un impegno quasi totalizzante che in questo periodo di ripresa non posso più mettere a disposizione», con queste parole Claudia Lolli si congeda, oggi, dall’incarico di presidente della Sinfonica, ricevuto pochi giorni fa su nomina del sindaco Biancheri.

La decisione ha colto un po’ tutti di sorpresa. Nelle scorse settimane il primo cittadino aveva rinnovato il Cda della Fondazione, nominando Lolli alla guida e consiglieri di amministrazione Chicca Dedali (Pigna Mon Amour) e l’ex consigliere comunale Federico Carion. Ora l’incarico di presidente potrebbe tornare ad essere assunto da una vecchia conoscenza della fondazione, l’avvocato Filippo Biolé, già in carica nel corso del mandato dell’ex presidente Maurizio Caridi.