Quantcast

Sanremo, al Floriseum la presentazione del romanzo “La costellazione del gatto” di Dario Daniele foto

Affrontati molti temi, alcuni assai delicati, come il suicidio adolescenziale e le problematiche dei genitori separati, ma il racconto sa essere anche molto divertente, carico di poesia, profondità e speranza

Sanremo. Dopo le limitazioni dettate dall’emergenza sanitaria, verrà effettuata la prima presentazione in presenza della nuova opera dello scrittore sanremese Dario Daniele, dal titolo “La costellazione del gatto”, edito da Leucotea Editore di Sanremo. L’evento si terrà a Sanremo presso il Floriseum, ai giardini di Villa Ormond, a fianco della vasca dei cigni, sabato 12 giugno alle 17 e in replica alle 18. L’autore verrà introdotto dall’editore di Leucotea Matteo Moraglia.

presentazione romanzo LA COSTELLAZIONE DEL GATTO di Dario Daniele

“La costellazione del gatto” è un romanzo originale che sta riscuotendo notevole successo di vendite e di critica, diviso in tre parti (il sottotitolo infatti è “trilogia felina”): raccoglie una versione snella dei due precedenti romanzi dello stesso autore (dai titoli “Vorrei essere un gatto” e “La regina dei gatti”) a cui è stata aggiunta l’inedita terza parte, “La costellazione del gatto”, che completa l’intera narrazione, con un coinvolgente e sorprendente finale che spiega il senso di tutta la trama.

E’ un libro rivolto a giovani e adulti e racconta uno straordinario viaggio nel tempo attraverso la crescita dei due protagonisti. I due ragazzi-gatti vivono avvincenti avventure, si amano, incontrano misteriosi personaggi, riflettono sull’esistenza e su ciò che accade attorno a loro. Leonardo confiderà a Sara il terribile segreto che nasconde in fondo al cuore. Sullo sfondo un mondo ricco di sorprese, fatto di piccole e grandi meraviglie, vissuto anche con gli occhi di gatto, alimenta sempre più il loro desiderio di viaggiare e di conoscere. Il finale, imprevedibile, rivela come nulla nella vita debba ritenersi scontato e come il confine tra realtà e fiaba sia spesso sottile.

Molti i temi affrontati, alcuni assai delicati, come il suicidio adolescenziale e le problematiche dei genitori separati. Ma il racconto sa essere anche molto divertente, carico di poesia, profondità e speranza.

«Non siamo di fronte a una favola anche se i gatti sono coprotagonisti paritari rispetto agli umani. I temi affrontati rimandano certamente a realtà conosciute e a episodi di cronaca recente, ma il dramma è sempre affrontato con garbo e la positività vince per il modo in cui i ragazzi affrontano la vita e superano gli ostacoli. Si tratta di un libro che tutti i genitori e i giovani, ma anche gli insegnanti, dovrebbero leggere. Questo romanzo – ci dice l’autore – mi ha emotivamente molto coinvolto. Inevitabilmente una parte del mio mondo, ad esempio l’amore per i viaggi e per gli animali, si è trasformata in parole e racconto. Tuttavia so bene di aver affrontato anche alcuni temi delicati e di grande attualità e spero di indurre il lettore a rifletterci. Ma l’intento è anche quello di divertirlo, con situazioni originali e spassose. L’accoglienza di pubblico e critica ricevuta dalle prime due parti è stata tale che mi è sembrato doveroso completare la storia di Sara e Leonardo, che era già dentro me. Il finale, che in verità avevo in mente fin dall’inizio, sorprenderà il lettore, e dà il senso compiuto all’intera opera».

Il booktrailer del libro, con suggestive immagini, si può vedere su Youtube all’indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=6UE77TtV2yY&t=159s

Dario Daniele insegna diritto ed economia presso l’Istituto “C. Colombo” di Sanremo e Arma di Taggia. Ha un figlio, Edoardo. Ambientalista e viaggiatore fin da giovanissimo (oltre 50 i Paesi del mondo visitati), si occupa di cooperazione internazionale nell’ambito dell’organizzazione Assefa Onlus, di cui è tra i volontari. E’ autore di una decina di pubblicazioni, tra saggistica e narrativa, e di alcune commedie teatrali (maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina Facebook dedicata ‘I libri di Dario Daniele’). Da alcuni anni si occupa della tutela del diritto alla bigenitorialità dei bambini (cioè il diritto dei figli di potersi sempre relazionare, e con tempi adeguati, sia con la mamma che con il papà) e della parità genitoriale nelle situazioni di genitori separati. I diritti d’autore dei suoi libri hanno finanziato numerosi progetti di sviluppo in India, Africa e America Latina.