Quantcast

Ripulito bivacco no borders a Grimaldi, assessore Palmero: «Non basta ad arginare un problema in continuo aumento» foto

«La condizione di alcune zone della nostra città è diventata insostenibile ed ingestibile con le sole forze dell'amministrazione; si tratta di situazioni igieniche precarie, decoro e sicurezza»

Ventimiglia. «Ringrazio gli operatori della Docks, le forze dell’ordine e i nostri agenti della polizia municipale per l’intervento di questa mattina nell’area di Grimaldi diventata zona bivacco e scodellamento per migranti gestita da alcuni no borders per lo più stranieri».

Lo ha dichiarato l’assessore ventimigliese Eleonora Palmero. «Proprio nei giorni scorsi l’onorevole Flavio Di Muro ha segnalato la situazione al Questore di Imperia.

La condizione di alcune zone della nostra città è diventata insostenibile ed ingestibile con le sole forze dell’amministrazione; penso oltre ai bivacchi e alle occupazioni abusive di stabili e appartamenti in zona Grimaldi, alle tendopoli lungo fiume in Via Tenda, quartiere Giacchette o in Passeggiata Oberdan, foce del Roya. Non si tratta solo di bivacchi a cielo aperto, ma di situazioni igieniche precarie, decoro e sicurezza, visto le risse quasi all’ordine del giorno, complice il consumo di alcol da parte di molti migranti.

Pur riconoscendo la necessità di interventi come quello di oggi, purtroppo non basta ad arginare un problema in continuo aumento. Si auspica che a livello centrale vengano presi provvedimenti più significativi», ha concluso.