Quantcast

Marco Scajola: «La Liguria guarda alla Francia col nuovo porto di Ventimiglia e la ciclabile»

L'assessore regionale parla di pianificazione del territorio ma anche della trasformazione di Cambiamo e di partito unico del centrodestra

Sanremo. «La pista ciclabile come trait d’union con la vicina Francia». E se lo dice lui, Marco Scajola che nella sua veste di assessore all’Urbanistica della Regione Liguria è il massimo responsabile della Pianificazione del territorio. in Liguria, non solo c’è da credergli, ma anche da fare affidamento sulle sue parole.

marco scajola sfondo porto ventimiglia

Scajola, ospite dei nostri studi, guarda al futuro dello sbocco in Francia della ciclabile, ma anche a breve termine: dal prossimo inverno grazie al primo tratto pista che attraversa Imperia dal Prino a San Lorenzo al Mare e alla conclusione dei lavori di quello mancante di San Lorenzo che stanno portando avanti Regione, Amaie Energia e comune, si potrà andare in bicicletta da Imperia a Ospedaletti lungo il mare.

L’altro grande punto, a proposito di Francia, sul quale si accentrano le attenzioni è il nuovo Porto turistico di Ventimiglia che sarà inaugurato il prossimo 2 luglio.

Marco Scajola affronta anche le tematiche relative alla socialità, con l’implemento del Fondo affitti per morosità incolpevole e i progetti per la Rigenerazione urbana.

Infine, Marco Scajola affronta gli argomenti politici a cominciare dalla trasformazione in corso del suo movimento “Cambiamo” in “Coraggio Italia“. «Partito unico del centrodestra? No grazie, lo avevamo proposto noi, ma non ci piace un progetto che scaturisce dalla paura di perdere terreno rispetto agli alleati. In ogni caso monitoriamo la situazione». Così Scajola boccia l’idea lanciata da Silvio Berlusconi.