Quantcast

L’imperiese Davide Re a Firenze per il Golden Gala Pietro Mennea

L'atleta delle Fiamme Gialle correrà i 400 metri

Più informazioni su

ImperiaDavide Re, questa sera dalle 20, parteciperà al Golden Gala Pietro Mennea a Firenze. Lo annuncia l’atleta imperiese sui social: «Dopo la Coppa Europa in Polonia, con quello storico secondo posto dell’Italia che ci ha riempito tutti d’orgoglio, sono di nuovo in pista a Firenze per il Golden Gala Pietro Mennea, per poi prendere l’aereo e fare il bis sabato 12 su quella di Ginevra per il meeting ATLETICAGENEVE».

Dopo aver vinto la staffetta 4×400 mista alla finale delle World Relays di Chorzow in Polonia, Davide Re, atleta delle Fiamme Gialle è pronto per nuove sfide: «Non mi dispiace affatto avere questi impegni in stretta sequenza non solo perché la gara è il momento magico della vita di un atleta, ma anche perché in questo momento della stagione ho davvero bisogno di ritrovare il giusto approccio agonistico. Anche se il nostro primo avversario rimane il cronometro, con l’obiettivo di migliorare sempre le prestazioni individuali, non può però essere l’unico. E inoltre può accadere di andare bene in allenamento e non in gara, proprio per quella variabile (il correre contro gli altri) che dà sale al tutto o che magari manda tutto alle ortiche. A me è accaduto proprio il sabato di Coppa Europa: ho visto i miei avversari andarsene via e ho reagito nel modo peggiore, cioè irrigidendomi nello sforzo e arrivando al traguardo su due tronchi anziché sulle mie gambe. Grazie anche al bellissimo clima di squadra che ha accompagnato quella trasferta, sono però riuscito a premere subito il tasto “reset” e nella staffetta di domenica ho fatto la gara che volevo: partenza un po’ più tranquilla e poi sprint a tutta prima di consegnare il testimone, che tra l’altro è la tattica consigliata per lanciare al meglio il tuo compagno. Anzi, mi sa che li ho lanciati alla grande tutti e tre, visto che poi abbiamo vinto! Scherzi a parte, Alessandro Sibilio, Edoardo Scotti e Vladimir Aceti sono stati bravissimi nelle loro singole frazioni per tenere tutti alle spalle nella gara che ha chiuso una manifestazione in cui sono stato anche felice di veder brillare tanti giovani azzurri e giovani azzurre in diverse discipline. Proprio Edoardo e Vladimir saranno con me in pista nei 400 a Firenze e da “tutti per uno” diventeremo così un simpatico “tutti contro tutti”».

L’appuntamento di questa sera, dove all’Asics Firenze Marathon Stadium Re correrà i 400 metri maschili, rappresenta un passaggio di avvicinamento ai Giochi Olimpici di Tokyo: «L’atletica ti impone di abituarti a queste trasformazioni e io tra l’altro le vivo in modo del tutto naturale, senza alcun tipo di pressione, men che meno per la concorrenza interna. Spero anzi che tutti corrano al massimo, perché così potrò fare lo stesso: il miglior stimolo possibile quando scatti dai blocchi è avere avversari tosti, che ti spingono a dare a tua volta il meglio. Non ho però l’obiettivo di far segnare un determinato tempo, voglio solo ritrovare quella facilità di corsa che già avverto in allenamento e che sono sicuro si manifesterà presto anche in gara. Nei 400 metri non conta solo saper distribuire lo sforzo, ma anche affinare quegli automatismi che ti consentono di approcciare tecnicamente e mentalmente le diverse fasi: gareggiare è il miglior modo per ritararli al meglio, insieme con l’esperienza. Che rimane la mia arma segreta non solo per giovedì sera!» – sottolinea Re.

(Foto da Facebook di Davide Re)

Più informazioni su