Quantcast

La Guardia di Finanza celebra i suoi 247 anni, il bilancio del 2020 in provincia di Imperia foto

Cerimonia sobria nel rispetto delle regole antipandemiche

Imperia. Nella mattinata odierna, nel rispetto dei protocolli sanitari dettati dall’emergenza pandemica in corso, presso la caserma “De Amicis”, sede del Comando provinciale della Guardia di Finanza, alla presenza del prefetto Alberto Intini e del procuratore capo della Repubblica Alberto Lari, accolti dal comandante, il colonnello Walter Mazzei, ha avuto luogo una sobria cerimonia per celebrare il 247° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza. Nel corso dell’evento, le Autorità intervenute hanno consegnato alcune ricompense morali a militari del Corpo particolarmente distintisi in operazioni di servizio.

IL BILANCIO DELL’ATTIVITA’ PROVINCIALE DELLE FIAMME GIALLE  NEL 2020
Nel 2020 la Guardia di Finanza di Imperia ha eseguito in totale 475 controlli per assicurare il rispetto delle misure di contenimento della pandemia, 630 interventi operativi e 162 indagini delegate dalla magistratura ordinaria e contabile, per contrastare le infiltrazioni della criminalità economica e organizzata nel settore economico e sociale: un impegno a tutto campo a tutela di famiglie e imprese in difficoltà e a sostegno delle prospettive di rilancio e di sviluppo del Paese.

LOTTA ALL’EVASIONE, ALL’ELUSIONE E ALLE FRODI FISCALI
Evasione fiscale internazionale, lavoro sommerso ed evasori totali sono alcuni dei fenomeni più gravi, pericolosi e diffusi sul territorio provinciale su cui si sta concentrando l’attenzione del Corpo per contrastare gli effetti distorsivi della concorrenza provocati dalla grande evasione e dalle frodi fiscali. Denunciati 39 responsabili per reati fiscali. Il valore dei beni sequestrati per reati in materia di imposte dirette e iva è di  2.070.927 euro nonché quelli proposti per il sequestro è di oltre 85 milioni di Euro. Sono 2 i casi di evasione fiscale internazionale rilevati, riconducibili principalmente a stabili organizzazioni occulte, estero-vestizioni della residenza fiscale e illecita detenzione di capitali all’estero. Sono invece 10 gli evasori totali individuati. Nel settore del gioco illegale, sono stati effettuati 9 interventi e concluse 4 deleghe d’indagine della Magistratura.

CONTRASTO AGLI ILLECITI NEL SETTORE DELLE TUTELA DELLA SPESA PUBBLICA
Nel settore del contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica sono stati 82 gli interventi, 11 le deleghe d’indagine concluse in collaborazione con la Magistratura ordinaria. Con riferimento alle indebite percezioni del “reddito di cittadinanza”, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria 49 soggetti. In seno al Piano operativo finalizzato alla tutela della regolarità della spesa sanitaria, è stato portato a termine un intervento accertando un danno erariale per circa 1 Milione e 200 mila euro, a testimonianza di come il segmento operativo sia interessato da condotte oggetto di valutazioni tanto delle Autorità Giudiziarie penali quanto di quelle contabili. Nell’ambito di “Ticket sanitari” i Reparti hanno portato a termine, in totale, 17 interventi, di cui 16 sono risultati irregolari, sono state verbalizzate amministrativamente 11 persone. Sono stati segnalati alla Magistratura contabile 8 soggetti per danni erariali nonché eseguiti sequestri per oltre 1 milione e 200 mila euro. Nel settore del contrasto alla corruzione cono stati denunciati 7 Pubblici Ufficiali e incaricati di Pubblico servizio.

CONTRASTO ALLA CRIMINALIT’ ECONOMICO-FINANZIARIA, ANCHE ORGANIZZATA
La strategia perseguita dalla Guardia di Finanza mira al contrasto di ogni forma di infiltrazione e degli interessi finanziari, economici e imprenditoriali della criminalità organizzata ed economico-finanziaria, attività di rilevanza assoluta nello scenario che va a profilarsi, contraddistinto dall’urgente necessità di tutelare la sicurezza economico finanziaria a
salvaguardia del “sistema Paese” anche nella delicata fase post emergenziale. In materia di repressione del riciclaggio dei capitali illeciti sono state sviluppate 6 indagini di polizia giudiziaria, da cui è scaturita la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 25 persone, di cui 2 in stato di arresto, per i reati di riciclaggio, auto-riciclaggio e reati fallimentari. Sul fronte valutario, i dipendenti Reparti hanno proceduto all’analisi di 113 segnalazioni di operazioni sospette con 1 contestazione di natura penale. Nel settore della tutela del mercato dei beni e dei servizi i Reparti operativi hanno effettuato 9 interventi sottoponendo a sequestro di circa 16.000 prodotti industriali contraffatti e insicuri, denunciando penalmente complessivamente 8 persone

CONTROLLO DEL TERRITORIO E CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI
Nell’ambito del contrasto ai traffici illeciti di sostanze stupefacenti riscontrati, per la maggior parte, presso il confine di Ventimiglia il Corpo con l’utilizzo delle unità cinofile ha sequestrato oltre 175 chilogrammi di droga e arrestato 7 persone. sul fronte della movimentazione transfrontaliera di valuta sono stati effettuati 104 interventi intercettando valuta e titoli per oltre 420 mila euro. A seguito dell’emergenza epidemiologica, la Guarda di Finanza, unitamente alle altre Forze di Polizia, ha assicurato l’attuazione delle misure di contenimento della pandemia eseguendo 475 consentito di sanzionare amministrativamente 154 soggetti e di denunciare all’Autorità Giudiziaria, a vario titolo, 32 responsabili.