Quantcast

Imperia, Un libro aperto 2021: rassegna culturale nel cuore di Oneglia

Dieci incontri con scrittori e intellettuali tra storie, parole e pagine, per ripartire dalla cultura

Più informazioni su

Imperia. Terza edizione in partenza per Un libro aperto, la rassegna culturale ideata dall’Associazione SetteCinque di Imperia con il patrocinio del Comune di Imperia e con la collaborazione della Libreria Ragazzi, dell’Associazione Apertamente e del Civ NuovOneglia. Da giovedì 1 luglio a giovedì 9 settembre la piazzetta di via Antica dell’Ospizio tornerà a popolarsi di storie, parole e pagine con 10 appuntamenti e altrettanti ospiti. Si parlerà di libri, ma anche di musica e Liguria, nell’intento di trovare nella cultura e nel confronto con il pubblico da vivo uno stimolo di bellezza per una ripartenza dopo i mesi di emergenza sanitaria che hanno contraddistinto l’inverno.

Un libro aperto prenderà il via con il primo appuntamento giovedì 1 luglio alle 21 in compagnia di Paolo Crepet, noto psichiatra che presenterà il suo ultimo libro Oltre la tempesta (Mondadori). Prendendo spunto dalla pandemia che ha stravolto gli equilibri del mondo, Crepet si interroga sul modo in cui stiamo attraversando questo periodo, spaventati, disorientati, ora depressi o inclini all’ira, ora fiduciosi nella solidarietà collettiva: come fossimo in mezzo a un mare tempestoso, cerchiamo di resistere nella speranza di arrivare presto a un approdo. Ma come sarà quel porto? Migliore o peggiore di quello da cui siamo partiti? E come saremo noi, alla fine del viaggio?.

Giovedì 8 luglio il timone di Un libro aperto sarà in mano a Daniele La Corte per la presentazione del suo Il ritorno di Pricò (Fusta), in collaborazione con Apertamente. Appuntamento giovedì 15 luglio con Dove crollano i sogni (Rizzoli), l’ultimo romanzo dell’autore genovese Bruno Morchio.

Ancora di Liguria, ma del Levante con le sue Cinque Terre, si parlerà lunedì 2 agosto in compagnia di Dario Vergassola che racconterà la sua raccolta di favole Storie vere di un mondo immaginario (Baldini + Castoldi). Giovedì 5 agosto Stefano Senardi sarà in via Antica dell’ospizio per una chiacchierata sulla sua carriera nel mondo della grande musica, mentre giovedì 12 agosto si rinnoverà la collaborazione con Apertamente insieme a Bruno Vallepiano e Franca Acquarone che presenteranno Le Masche tra noi (Fusta). Marino Magliani racconterà La luna e i falò di Cesare Pavese nel suo recente adattamento a graphic novel per Tunué, di cui è autore con Marco D’Aponte: appuntamento giovedì 19 agosto. Ancora, giovedì 26 agosto Francesca Sensini sarà ospite di Un libro aperto per raccontare il suo La lingua degli dei (Il nuovo Melangolo).

Settembre si aprirà giovedì 2 con Francesco Vatteone e il suo La nuova Oneglia. La rassegna si concluderà
giovedì 9 settembre con un’altra storia di Liguria e resistenza in compagnia di Donatella Alfonso e
del suo Affondate le navi (All around).

Tutti gli incontri di Un libro aperto si svolgeranno alle 21 in via Antica dell’Ospizio, a Oneglia, e saranno a ingresso gratuito. Per partecipare agli incontri è obbligatoria la prenotazione per i posti a sedere, da effettuare entro le 48 ore precedenti all’evento. Per info e prenotazioni: Libreria Ragazzi via Amendola, 24 Imperia, 0183680951, Whatsapp 3298121159. Si segnala inoltre che entro e non oltre la mattinata del giorno dell’evento sarà disponibile per il ritiro presso la Libreria Ragazzi il “biglietto pro forma” che assegna un posto.

Un libro aperto nasce nel 2019 dalla collaborazione tra l’associazione culturale SetteCinque, la Libreria Ragazzi e il Civ NuovOneglia allo scopo di dare vita ad un evento culturale nel cuore della città e si avvale dal primo anno della collaborazione di diverse associazioni e realtà culturali, con l’obiettivo di arricchire il panorama culturale della città di Imperia. Gli incontri della rassegna sono contraddistinti dalla presenza di alcune foto e immagini proposte come suggestioni agli ospiti che, liberamente, raccontano di sé, delle proprie passioni e storie coinvolgendo il pubblico e svelandosi come, appunto, un libro aperto.

Più informazioni su