Quantcast

Imperia, in arrivo dalla città gemella Friedrichshafen un carico di 500 mele

Distribuite alla festa di San Giovanni, il ricavato andrà all'associazione "Il Cuore di Martina"

Imperia. In occasione di “Ineja“, i festeggiamenti di San Giovanni il Comitato ospita l’iniziativa benefica “Una mela per il Cuore di Martina” promossa dalle associazioni che curano a livello culturale e sociale il gemellaggio tra Imperia e la città tedesca di Friedrichshafen, rispettivamente gli  “Amici di Imperia” presieduta da Josef BüchelmeierAmici di Friedrichshafen” presieduta dall’ex assessore comunale della giunta Capacci Nicola Podestà.

All’ingresso l’associazione tedesca metterà a disposizione di chi entra alla festa 500 mele provenienti dalle coltivazioni di Friedrichshafen che potranno essere acquistate con una offerta minima di 1 euro che sarà interamente devoluto all’associazione imperiese “Il cuore di Martina“.

Dichiara Josef Büchelmeier, presidente degli “Amici di Imperia”: «Dopo la lunga pausa causata dalla pandemia vogliamo con questo gesto esprimere il sentimento di solidarietà che lega le nostre due città. Le rive del lago di Costanza sono terre di meleti e per questo alla mela si è lasciato il compito di veicolare sino a Imperia il messaggio solidale concepito a Friedrichshafen». 

I frutti (circa cinquecento) donati dai coltivatori della cooperativa “Obst vom Bodensee” (Bodensee è il nome tedesco del lago di Costanza) saranno acquistabili dal 24 al 26 giugno, al prezzo minimo simbolico di un euro ciascuno , nello stand messo a disposizione dal Comitato San Giovanni. Il ricavato sarà interamente destinato ad alimentare le attività benefiche de “Il Cuore di Martina”.

La presidente, Roberta Ramoino: «Il Cuore di Martina ringrazia Josef  Büchelmeier, Nicola e Marco Podestà, presidente del Comitato San Giovanni per averci coinvolto nell’iniziativa da loro promossa nell’ambito della Festa di San Giovanni. Il ricavato della vendita di queste pregiate mele ci aiuterà a dare speranza e sostegno a molti bambini e famiglie in difficoltà della nostra città e dei comuni limitrofi».