Quantcast

Imperia, concluso al Parco urbano il raid cicloturistico Roma-Imperia di Martina e Lorenzo fotogallery

Per il progetto di inclusione della Giraffa a Rotelle e per la sensibilizzazione sulla disabilità

Imperia. Si è concluso oggi pomeriggio al Parco urbano il raid cicloturistico Roma-Imperia partito il 2 giugno: a compierlo, a scopo di solidarietà, sono stati gli imperiesi Martina Martini e il compagno Lorenzo. L’obiettivo, una campagna di sensibilizzazione sul problema della disabilità e raccogliere fondi per l’ associazione “La Giraffa a Rotelle”, l’associazione imperiese presieduta da Michela Aloigi.

A Imperia arriva il raid cicloturistico Roma-Imperia di Martina e Lorenzo

«E’ andata bene sono davvero soddisfatta, per tutto quello che ho fatto per me stessa e soprattutto per questi ragazzi. La parte più dura? Senz’altro la Liguria, molto più impegnativa. Nel cuore mi rimane tutte le persone che abbiamo incontrato e che ci hanno dato forza», ha detto Martina all’arrivo accolta da una folla festante con in testa il sindaco Claudio Scajola.

Erano 5 i point lungo il percorso nel quale sono stati raccolti i fondi, oltre a quelli pervenuti on line

Al traguardo  ad aspettarla i ragazzi dell’associazione e le loro famiglie e alcuni ospiti d’eccezione tra cui i Supereroi, il campione di enduro Maurizio Gerini, la campionessa Francesca Gasperi e l’arbitro internazionale Davide Massa.

Durante il percorso molti amici, ciclisti professionisti e campioni dello sport hanno accompagnato Martina nella sua avventura, per sostenerla, per aiutarla a dare visibilità a chi, purtroppo, finora non ne ha avuta.

Obiettivo della raccolta fondi ? Implementare il progetto di inclusione sul territorio, dare la possibilità di giocare, di avere uno spazio di socializzazione adeguato per i ragazzi disabili e per le loro famiglie.

Il Comune di Imperia, infatti,  ha già individuato, uno spazio all’interno del Parco urbano da destinare a questo uso, e l’associazione si premurerà di attrezzare l’area in modo inclusivo, per tutti i bambini.

Qualche polemica per le multe dei vigili agli scooter parcheggiati ai lati della strada di ingresso del Parco urbano: potevano ostruire il passaggio dell’ambulanza.