Quantcast

“Il Gioco degli Specchi”, un giallo a Sanremo nell’anno del Mundial: Morena Fellegara presenta il suo ultimo libro

La trama si intreccia con le vicende del Paese di quell'estate del 1982 tra l'esplosione di Paolo Rossi e l'urlo di Tardelli

Sanremo. Si intitola “Il gioco degli Specchi“, il secondo libro giallo scritto da Morena Fellegara per Fratelli Frilli Editori di Genova. Ambientato a Sanremo nei locali dell’ormai mitico “Bar Marco“, già teatro del noir d’esordio della Fellegara ,Un Pastis al bar Marco.

morena fellegara

La trama investigativa si svolge sullo sfondo del Mundial del 1982, quello vinto dagli Azzurri in Spagna con il presidente Sandro Pertini che, in tribuna d’onore dice «Non ci prendono più» al terzo goal di Spillo Altobelli e dell’indimenticato Paolo Rossi, diventato Pablito, che, come cantava Antonello Venditti, «Era un ragazzo come noi».

«Un omicidio che solleva un dedalo di supposizioni, un labirinto investigativo fra prospettive illusorie, ipotesi ingannevoli, sentieri monchi. Un intreccio contorto, la cui complessità travalica le esigue capacità investigative di Farfuglia e i ristretti circuiti neuronali del giornalista Parente», si legge nella prefazione

Per scrivere questo libro Morena Fellegara, ci dice nella video intervista, si è addirittura andata a rivedere tutte le partite della squadra di Enzo Bearzot durante quel Mondiale, dal deludente esordio con il Perù alla notte di Madrid, passando per Italia-Brasile 3-2, una delle più avvincenti di tutti i tempi, diventata libri, teatro e cinema, «proprio per cercare di immedesimarmi e rivivere il più possibile in quel clima», racconta l’autrice sanremese.

Tanti parallelismi con l’Italia di oggi, proprio mentre sono in corso i Campionati Europei. «Allora come oggi-spiega Morena Fellegarail Paese usciva da momenti buoi, il terrorismo negli anni Settanta, dalla pandemia nel 2021. C’è la stessa voglia di tornare a vivere e riabbracciarsi. Venendo alla trama gialla, si trasforma in un gioco di specchi. L’identità di due disegni genetici gemelli, di due vite biologiche sovrapponibili, trasfigura in due esistenze anagrafiche speculari dove ciò che è destro, sinonimo di diritto, retto, diventa nell’ immagine riflessasinistro, inquietante, minaccioso. Come nella simmetria degli specchi e il loro capovolgimento, le polarità del positivo e del negativo si invertono e ribaltano la direzione di due destini».

Morena Fellegara è infermiera di professione e scrittrice per passione. Ha esordito nel 2020 per Fratelli Frilli Editori con il romanzo noir “Un Pastis al Bar Marco”, ambientato negli anni Ottanta nel bar dei suoi genitori che ha avuto un successo inaspettato. Ha partecipato all’antologia I luoghi del noir  con il racconto “Aiga ae corde“, ambientato nella storica piazza Bresca di Sanremo, dove l’enigma del giallo si intreccia con la storia.