Quantcast
La storia

Dalla Puglia in Germania con il sogno della Città dei Fiori, ecco il ristorante “San Remo”

Il ristorante, inaugurato nel 1978 da un immigrato italiano, ha da poco ricevuto l'ambito premio cittadino come miglior locale all'aperto di Lubecca

riviera24- ristorante sanremo lubecca

Lubecca. Un immigrato con Sanremo nel cuore, arrivato dalla Puglia, fonda uno dei migliori ristorati della città tedesca dal centro storico patrimonio dell’Unesco.

Erano gli anni 70 dello scorso secolo, quando Girolamo Fanizzi, uno dei tanti nostri connazionali in cerca di fortuna nell’allora Germania Ovest, con l’amore per la Città dei Fiori e un quadro del Casinò in valigia, arriva nelle lande teutoniche. Lui in terra matuziana, oberato dal lavoro non c’è mai stato e non ci andrà mai. Tant’è che l’amore, a volte, è anche più forte a distanza che, nel 1978, tira su la serranda per la prima volta del ristorante “San Remo”.

Negli anni diventerà un locale famoso in città , per poi nel 1986 passare in mano al nipote, Oronzo Caludio . Per onorare la promessa fatta a suo zio, nonostante non fosse il suo lavoro, il giovane afferma ancora di più il ristorante per darlo, nel 2012, nelle mani di Johannes Segert, chef al tempo 19enne ma già famoso per i suoi manicaretti. Nei giorni scorsi, ulteriore tappa vincente nel percorso in crescendo del “San Remo”, il ristorante ha ricevuto l’ambito premio cittadino come miglior locale all’aperto di Lubecca.

commenta