Quantcast

Caos autostrade, il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori: «I turisti lombardi e piemontesi se ne vanno in Adriatico»

Tavolo tecnico ministero Regione e sindaci

Genova. Si è tenuta oggi, in videoconferenza, la riunione tra Anci Liguria e il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, a cui hanno partecipato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone e l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti.

Il sindaco di Imperia Claudio Scajola, vicepresidente nazionale Anci, ha chiesto la «immediata sospensione nel periodo estivo dei cantieri non indispensabili per la sicurezza dei viaggiatori, e la riprogrammazione nei mesi a venire, perché si sta assistendo a un crollo dell’economia dei nostri territori, che non sono più facilmente raggiungibili».

Nell’incontro, il ministro ha confermato come non sia perseguibile un stop generalizzato dei cantieri sulle autostrade della Liguria. Oltre a questo, ha ribadito l’importanza e il valore del lavoro del tavolo di concertazione settimanale chiesto e ottenuto, pur non avendo nessuna competenza diretta in materia, da Regione Liguria, che sta riuscendo nel complesso compito di contemperare le prioritarie esigenze di sicurezza, di programmazione, di circolazione e le richieste del Ministero, delineando un piano estivo che tiene ovviamente conto delle necessità del fondamentale comparto turistico della nostra regione.
Il tavolo proseguirà il proprio lavoro anche in funzione della programmazione dei mesi successivi all’estate. Da parte del ministero è stata inoltre accolta la richiesta di includere Anci in tutti i tavoli sul tema.

Il ministro Giovannini ha affermato di aver spinto personalmente per la creazione del tavolo tecnico permanente costituito tra Regione, ministero e concessionari, proprio per cercare di venire incontro alle esigenze degli enti locali, e che l’accelerazione sulle opere messe da parte è testimonianza di come il governo stia affrontando in maniera tempestiva e adeguata le richieste della Liguria.

Il vicepresidente Giacomo Chiappori, sindaco di Diano Marina, ha affermato che «La Liguria sta perdendo i vacanzieri del fine settimana, abbiamo deviato i flussi da Lombardia e Piemonte verso l’Adriatico. Si chiudano i cantieri e si aumentino i lavori giorno e notte, per accelerare la realizzazione delle opere».

Il ministro Giovannini ha proposto l’istituzione di un tavolo di medio termine con il ministero per condividere le informazioni con gli enti locali liguri, preparare e discutere l’attuazione delle misure previste nel Pnrr e nel Fondo complementare riguardo le infrastrutture; l’istituzione di un tavolo di breve termine sul tema del potenziamento del trasporto ferroviario e, per quanto riguarda gli aspetti più urgenti, ha assunto l’impegno a pressare i concessionari affinché realizzino i lavori celermente e forniscano un’adeguata informazione, tempestiva e accurata, per ridurre al massimo i disagi e anche il verificarsi di incidenti implementando, ad esempio, la segnaletica.

Per la questione esenzione pedaggi, ha riferito che in Parlamento è in discussione il dl Sostegni, in cui sono presenti proposte che vanno in questa direzione per compensare i disagi subiti dai viaggiatori.

Infine, dal ministro è giunto l’impegno pieno a sentire i concessionari questa settimana con l’obiettivo di lavorare congiuntamente per ridurre al minimo gli interventi nel periodo estivo sull’intera rete stradale ligure. Tra una settimana, di nuovo il punto con i Sindaci liguri. Nel frattempo, si riunirà il tavolo tecnico regionale e si svilupperà anche la proposta di potenziamento alternativo del trasporto pubblico locale.