Quantcast

Bordighera, i giardini Lowe restituiti alla città. Ingenito: “Lavori a regola d’arte” foto

Quattro mesi di cantiere finanziato interamente dal bilancio comunale. Presto ulteriori interventi

Bordighera. Sono stati inaugurati questa mattina dal sindaco Vittorio Ingenito e dai componenti della sua giunta comunale, i “nuovi” giardini Lowe. A battezzare il campetto polifunzionale, i giovani dell’associazione sportiva RaNaBo e la beniamina di casa, l’atleta Alessia Cabrini, cresciuta nel vivaio cittadino e ora campionessa di Serie A ed ex della nazionale italiana di basket.

Giardini Lowe Ingenito Alessia cabrini

Dopo quattro mesi di lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche lungo i principali percorsi all’interno del parco, il giardino riapre al pubblico con bagni e spogliatoi ristrutturati. Il nuovo campo polifunzionale, appunto, con canestri per il gioco del basket e pavimentazione in cemento elicotterato, ha una superficie piatta, liscia e colorata. Affianco si trova la nuova area giochi destinata ai bimbi. Ad impreziosire il contesto dominato dalle piante di ulivo, la ristrutturazione della fontana centrale.

L’opera è stata completamente finanziata con circa 200 mila euro di fondi del bilancio comunale: per il solo abbattimento delle barriere architettoniche, progettato dal geometra Luigi Fallù dell’Ufficio tecnico comunale, sono stati necessari poco più di 78mila euro. Il sindaco ha annunciato, prima del taglio del nastro, ulteriori interventi sull’illuminazione pubblica.

“Oggi è un momento emozionante per la mia amministrazione che inaugura un’opera pubblica su cui lavoriamo da anni, – ha commentato il primo cittadino. Il risultato è eccezionale e voglio complimentarmi con i miei assessori che hanno seguito quotidianamente l’andamento dei lavori e con le ditte che li hanno portati a termine”.