Quantcast

A Bordighera l’esercito dei 500 per la Beodo Urban Trail fotogallery

Organizzata dall’associazione Culturale BordiEventi ed aperta a tutti, sportivi e non, adulti e bambini ed anche agli amici animali

Bordighera. La marcia non competitiva Beodo Urban Trail, giunta ormai alla sua quarta edizione, ha visto nella giornata di domenica 13 giugno la partecipazione di ben 580 persone. Organizzata dall’associazione Culturale BordiEventi ed aperta a tutti, sportivi e non, adulti e bambini ed anche agli amici animali, la marcia ha portato un vero esercito di amatori della natura alla scoperta di alcuni dei luoghi più suggestivi del nostro Ponente.

L’antico sentiero del Beodo, parte del quale resta a testimonianza di un antico acquedotto, si snoda dapprima in un viottolo, tanto caro a Monet, scolpito tra alberi secolari ed orti, affacciandosi sul Rio Sasso. Procedendo, i visitatori hanno potuto attraversare il Boschetto, un angolo selvaggio coperto da una fitta piantagione e caratterizzato dalla presenza di numerose cascate e guadi tra lo scrosciare cristallino delle acque.

Salendo ancora, si poteva scegliere se tornare al Paese Alto utilizzando Corso Inglesi e ripide deviazioni verso il mare, oppure continuare nello stupendo scenario del Monte Nero, dalla vista incomparabile. Le indicazioni lungo il percorso ed i punti di ristoro indicavano la via. Ogni partecipante all’atto dell’iscrizione alla marcia ha ottenuto in dono dall’Associazione, a ricordo della splendida avventura, la maglietta ufficiale della Beodo Urban Trail.

«Siamo felici di questa grande partecipazione– sostiene Axel Vignotto, Presidente di BordiEventie ne abbiamo avuto preavviso dalla inaspettata quantità delle prevendite online dei biglietti. Tutto ciò ci mostra che siamo sulla strada, è proprio il caso di dirlo, giusta. E ci stimola a fare ancora molto di più. La gran parte del ricavato è finalizzata alle opere di valorizzazione del Beodo, ma tutto il rimanente sarà devoluto in beneficenza o conservato per organizzare prossimi eventi. Siamo stati assistiti da collaboratori ineguagliabili: i nostri Alpini, che hanno reso praticabile il sentiero; la Protezione Civile, la Polizia Municipale, la Sig.ra Matuzia che ha preparato ben 600 panini, l’instancabile Barbara. Non da ultimo, in ordine sparso e casuale, gli insostituibili Marzia Baldassarre, Laura Pastore, Melina Rodà, Marco Laganà, Davide Mori, Paolo Palmero, Christian Cavagna, Matteo Biancheri, Matteo Quilici, Alessandro Grizzetti, Emanuele Lopez (che da buon regista ha filmato tutto l’evento nella sua versione più atletica) e naturalmente l’inossidabile ed onnipresente vicepresidente Gianluca Gazzano Un grazie speciale anche al nostro Sindaco, Dott. Vittorio Ingenito, per aver concesso il patrocinio del Comune ed aver partecipato all’evento , e a tutti quanti coloro che hanno partecipato»