Quantcast

Xrt scuderia di Sanremo alla conquista del Piemonte, pronta per la sfida del Grappolo foto

Partiranno insieme sia la Coppa Italia Rally di Zona che un’eccezionale edizione del Rally Il Grappolo di San Damiano d’Asti

Sanremo. Se Liguria ed Isola d’Elba hanno regalato soddisfazioni alla compagine di Sanremo, è giunta l’ora di scavalcare le montagne e giocarsi tutte le carte anche in Piemonte, dove partiranno insieme sia la Coppa Italia Rally di Zona che un’eccezionale edizione del Rally Il Grappolo di San Damiano d’Asti.

Oltre centottanta gli equipaggi iscritti per una classica piemontese, evento rinomato dagli anni ottanta e temuto per le sue mille insidie nascoste. Apriranno le danze Simone Peruccio e Federico Capilli, per loro ci sarà una performante Skoda Fabia R5 della factory torinese Bianchi e la possibilità di inserirsi nelle parti alte della classifica assoluta, sia nel primo appuntamento astigiano, sia nel proseguo della Coppa Italia che nel Trofeo Pirelli, altra serie alla quale parteciperanno durante questa la stagione agonistica; il pilota novarese ben conosce le difficoltà del percorso monferrino, fatto di staccate al limite, inversioni e zone rese scivolose da ghiaia e terriccio, sarà quindi un cliente scomodo per tutti mentre il navigatore genovese è alla sua seconda presenza tra le fila del Grappolo. Discorso analogo ed importante impegno di carattere nazionale anche per il rientrante Alessio Sucato che disputerà sia il Grappolo che l’intera Coppa Italia. Chiamato a riprendere gli automatismi della sua fidata Peugeot 106 A5 avrà inoltre il compito di portare al debutto Sonja Carrò, nuova navigatrice di Acqui Terme.

Sucato non ha mai partecipato al Grappolo ma conta su cinque presenze al Rally del Tartufo, conterraneo dell’evento organizzato dalla San Damiano Rally Club e molto simile nelle sue caratteristiche. Presente in forze anche l’equipaggio ligure composto da Francesco Maglione e Mara Moro, attesi al Grappolo con la loro Volkswagen Lupo; grazie all’ampia conoscenza della vettura tedesca, la coppia di Albenga potrà giocarsi il primato fra le vetture di categoria Racing Start. Rientrerà dopo un anno di quiete anche Alessio Bert, il pilota di Villardora vestirà come sempre XRT Scuderia e riprenderà in mano la sua MG Zr contando di ben figurare in territorio astigiano; anche per lui il primo appuntamento del CRZ fungerà da riscaldamento per ritrovare ritmo e costanza nelle prestazioni. Insieme a lui siederà Matteo Maero, al debutto assoluto nella specialità. Attesi dunque tutti i portacolori della XRT Scuderia sulle sei prove speciali della corsa piemontese; la Ronchesio di dieci chilometri, particolarmente veloce e sinuosa, la Revigliasco di tredici con i suoi mille e più cambi di ritmo, e la Ferrere, più breve ma molto tortuosa. Insieme ad un grosso in bocca al lupo per i nostri equipaggi, ricordiamo che la manifestazione prenderà il via alle otto di domenica 16 maggio da Piazza della Libertà in San Damiano d’Asti.