Quantcast

Violenza a Ventimiglia, convocata riunione urgente di consiglieri e assessori in Comune

Spinosi: «La città sta soffrendo tra Covid ed alluvione, la popolazione è stanca»

Ventimiglia. A seguito degli episodi violenti di domenica, che condanno in toto ma denotano una forte tensione in città, con il sindaco Gaetano Scullino ho convocato per oggi alle 18 nell’aula consigliare del comune di Ventimiglia una riunione urgente e straordinaria di tutti i gruppi consiliari di maggioranza ed opposizione allargata anche agli assessori». Ad annunciarlo è il presidente del consiglio comunale Andrea Spinosi.

La decisione è stata presa in seguito all’aggressione di un migrante da parte di tre ventimigliesi, che avrebbero reagito al tentato furto di un telefonino prendendo a sprangate lo straniero.

«E’ un momento estremamente difficile ed occorre tra tutti trovare una soluzione che deve essere sicuramente sovracomunale – aggiunge Spinosi- Stante il blocco attuato dai francesi al confine e deve tener conto dei diritti dei residenti come di una accoglienza umanitaria per chi arriva, ma con certezza delle regole e giusta punizione per chi commette reati chiunque esso sia».

«La città sta soffrendo tra Covid ed alluvione, la popolazione è stanca – spiega il presidente del consiglio comunale – Non è pensabile essere di nuovo stretti nella morsa tra il martello dei continui arrivi e l’incudine del blocco francese. Occorre che prefettura, ministero dell’Interno, presidente Draghi affrontino in maniera seria e definitiva il problema per il quieto vivere di tutti perché farli arrivare fin qui con la frontiera bloccata non serve a nulla. Ne’ a noi, né a loro».