Quantcast

Vigili del fuoco, interrogazione su tagli a mense liguri. Pastorino-Traversi: «Buoni pasto non adeguati»

«In Liguria è stato chiesto ai vigili del fuoco di anticipare economicamente il primo mese caricando loro direttamente la card in dotazione dell’ammontare del ticket previsto»

Genova. «Abbiamo depositato un’interrogazione alla ministra Lamorgese per chiedere un intervento sul taglio delle mense per i vigili del fuoco. Con una circolare del Ministero dell’Interno si conferma, infatti, la cancellazione del servizio mensa per le caserme con meno di quindici unità. In questo modo si crea un doppio problema. Il primo è l’impatto sull’occupazione, per gli addetti alle mense che perderanno il posto. Poi c’è l’opportunità di dare i buoni pasto ai vigili del fuoco, che lavorano senza orari fissi. Talvolta non potrebbero recuperare il pasto perso». Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati liguri Luca Pastorino, di Leu, e Roberto Traversi, del Movimento 5 Stelle.

«Inoltre – aggiungono Pastorino e Traversi – segnaliamo che i buoni pasto non sono stati ancora distribuiti. Così, in alcuni casi, come accaduto in Liguria, è stato chiesto ai vigili del fuoco di anticipare economicamente il primo mese caricando loro direttamente la card in dotazione dell’ammontare del ticket previsto».