Quantcast

Serie B maschile, vittoria a Rapallo per la Rari Nantes Imperia

Corio mattatore trascina i suoi con un pokerissimo. I giallorossi gestiscono il gioco e segnano a raffica

Imperia. Una Rari Nantes Imperia bella e cinica firma il suo primo ‘2’ in stagione battendo a domicilio il Rapallo Nuoto, per 9-15. I giallorossi volano così a 13 punti nella classifica del girone 1 di serie B, scrollandosi di dosso un tabù che non li aveva ancora visti vincenti lontano dalla ‘Cascione’.

Il cielo nero promette tempesta ma sarà clemente sfogando la pioggia, sulla ‘Comunale’ all’aperto, soltanto dopo il fischio finale. Pronti, via e la Rari va in vantaggio con Filippo Taramasco che, dopo un minuto e mezzo, sfrutta al meglio la prima superiorità numerica. Gli imperiesi però si fanno prendere dall’impeto e in fase offensiva attaccano a ‘testa bassa’ (come dirà Mister Fratoni, a fine match), senza usare la ragione e forzando le conclusioni. Un difetto, già emerso nelle trasferte di Sori e Lago Figoi, favorevole ai padroni di casa che si ritrovano così in vantaggio, a metà tempo, grazie a due penalties trasformati consecutivamente. La Rari Nantes Imperia però riconosce i suoi errori e, già allo scadere dei primi otto minuti, si rimette in carreggiata ribaltando il risultato. Il pareggio porta la firma di Filippo Rocchi che, di prepotenza, sigla la terza rete in stagione. La mini-rimonta viene completata da Davide Cesini, anche oggi tra i più presenti nel gioco giallorosso. A un paio di secondi dalla sirena, chiude il parziale colui che lo aveva aperto: Filippo Taramasco.

Rapallo prova a rimanere incollato, grazie alla vena realizzativa di Casagrande, ma la Rari ormai ha innestato la marcia. In particolare, salgono in cattedra gli avanti Corio (toccherà quota 17 in stagione) e Somà (18 totali e a segno in tutte le partite disputate) che scavano il solco e con i loro gol trascinano la squadra sul +5. Con il giovane Gandini che fa rifiatare il centroboa, guadagnandosi anche un rigore e una espulsione importante. In superiorità numerica, poi, la squadra di Fratoni è micidiale: il 9/12 finale ne è favorevole testimone. Dietro, Cesini e Rocchi gestiscono con sapienza la fase difensiva consentendo a Merano, prima, e Agostini, poi, di controllare la porta con sicurezza.

Negli ultimi otto minuti, la Rari inserisce il pilota automatico: gestisce il punteggio e l’allenatore consente ai più giovane di accrescere il proprio minutaggio. Tra le note più piacevoli dell’incontro anche la prima rete stagionale di Giacomo Fratoni che, dal palo, apre l’ultimo parziale. E il marcatore ha una dedica speciale. La sirena sancisce la fine dei 32 minuti: allertata dalla partita di andata, la Rari ha saputo gestire la contesa e colpire con cinismo nei momenti topici. Il tabellone recita così: 9-15 per i giallorossi.

Al termine dell’incontro ha parlato mister Stefano Fratoni, visibilmente soddisfatto: «Sono davvero contento per la prestazione corale. Abbiamo saputo gestire ed accelerare nei momenti giusti. E tutti i parziali a favore ne sono testimoni. Certo, all’inizio abbiamo provato a fare i ‘cavalli pazzi’ attaccando con furia, a ‘testa bassa’ e senza ragionare. Ma ci siamo rimessi in carreggiata subito. Sono così riuscito a dare parecchio spazio anche ai giovani e mi è piaciuto molto anche Riccardo Gandini che si è procurato un rigore e una espulsione. Il rientro di Rocchi è stato importante: se gestito bene come oggi, può darci una grossa mano».

Rapallo Nuoto 9-15 Rari Nantes Imperia
(3-4; 2-4; 2-4; 1-3)

Rapallo Nuoto– Ansaldo, Donato, Presti 2, Degl’Innocenti, Oliva 1,Garau, Cosso, Benvenuto, Brolis, Benvenuto, Casagrande, Stella, Casagrande S. 5. All.: Casagrande

Rari Nantes Imperia – Agostini, Fratoni 1, Barla, Bracco, Gandini, Cipriani, Lengueglia , Corio 5, Taramasco 3, Somà cap. 3, Rocchi 1, Cesini 2, Merano. All.: Fratoni

Note: usciti per limite di falli Barla (I) nel terzo tempo e Lengueglia (I) nel quarto. Sup. Num.: Rapallo 3/8 + tre rigori realizzati; Imperia 9/12 + un rigore realizzato.