Quantcast

Santo Stefano al Mare vuole la “Bandiera Verde” per il quinto anno consecutivo foto

Il progetto ha visto docenti e bambini impegnati nelle attività per quasi tutta la durata dell’anno scolastico (da dicembre a maggio) con la collaborazione del comune e nello specifico del consigliere Giorgia Corrad

Santo Stefano al Mare. Anche nel 2021 gli insegnanti della scuola primaria  hanno avviato il percorso didattico per ottenere la “Bandiera Verde” all’interno del progetto Eco-Scools organizzato dalla FEE, che si prepone come obiettivo principale la diffusione delle buone pratiche ambientali, attraverso molteplici attività di educazione, formazione e informazione per la sostenibilità. Il progetto ha visto docenti e bambini impegnati nelle attività per quasi tutta la durata dell’anno scolastico (da dicembre a maggio) con la collaborazione del comune e nello specifico del consigliere Giorgia Corradi.

Nonostante le restrizioni previste dal protocollo anti Covid, la scuola ha intrapreso per il 5° anno consecutivo il percorso per ottenere la prestigiosa bandiera verde, un riconoscimento che coinvolge, tramite Eco-Schools, gli alunni, le famiglie, le autorità locali e le associazioni presenti sul territorio. La scuola di Santo Stefano ha conseguito la sua prima bandiera verde nel giugno 2017 ed è stata una delle prime scuole in provincia ad ottenere tale riconoscimento, da allora non si è più fermata.

«Come consigliere delegato alla scuola e come mamma esprimo la mia soddisfazione per un progetto che ha coinvolto bambini ed insegnanti anche in un periodo di crisi sanitaria e sociale. L’iniziativa, portata avanti dalla scuola in collaborazione con il comune di Santo Stefano al Mare, conferma un percorso virtuoso che ha fornito il giusto impulso ai bambini per esprimere le proprie idee e sensibilità raggiungendo una maggior consapevolezza della propria creatività. Ringrazio la FEE, tutti gli insegnanti che hanno partecipato al progetto, i nostri bambini e la dottoressa Paola Baroni, dirigente scolastica dell’Istituto, che ha sostenuto e supportato questa importante iniziativa per il nostro paese» commenta il consigliere Giorgia Corradi.