Quantcast

Sanremo, riprendono in presenza i concerti dell’Orchestra Sinfonica al Casinò

La programmazione sarà raddoppiata con due fasce orarie di appuntamenti

Sanremo. Con la riapertura dei teatri l’Orchestra Sinfonica di Sanremo è lieta di annunciare il ritorno sul palco del Teatro del Casinò con la sua nuova programmazione per il mese di maggio 2021 con pubblico in presenza, che avrà come protagonista uno speciale programma pianistico.

Dovendo attenersi alle nuove disposizioni ministeriali, l’accesso al teatro sarà, comunque, consentito ad un numero limitato di spettatori. Per questo motivo la programmazione sarà raddoppiata con due fasce orarie di appuntamenti:

una prima fascia oraria di esecuzione, riservata solo agli abbonati, prevista alle 15 (ad esclusione del concerto di apertura di giovedì 6 maggio alle 16)
una seconda fascia oraria di esecuzione, aperta al pubblico e abbonati, prevista alle 18.30
(In questo caso il prezzo del biglietto sarà a tariffa unica di 5,00 euro)

Si comincerà giovedì 6 maggio alle 16 con un concerto dedicato ai soli abbonati dal titolo “7 Aprile 1786 Mozart acclamato autore ed interprete” diretto dal maestro Ricardo Casero – pianoforte solista Gianluca Luisi.

I concerti successivi si terranno nelle seguenti date:
– giovedì 13 maggio
– giovedì 20 maggio
– giovedì 27 maggio

Maggiori informazioni con il dettaglio dei programmi e gli orari di esecuzione sono visionabili sul sito dell’Orchestra.
Per venire incontro a tutti gli abbonati, l’accesso a questa programmazione, sarà possibile presentando i carnet abbonamenti relativi alla stagione 2019-2020, rimasti non utilizzati a causa dello stop forzato dell’ultimo anno.

La prenotazione ai concerti potrà essere solo individuale e dovrà essere effettuata esclusivamente on line attraverso il sito dell’Orchestra www.sinfonicasanremo.it. Il ritiro e il pagamento dei biglietti avverrà direttamente presso la cassa del Teatro del Casinò di Sanremo, il giorno stesso del concerto, all’orario comunicato tramite mail e tramite SMS dai nostri uffici, al fine di ottimizzare l’afflusso del pubblico evitando, così, assembramenti alla cassa.