Quantcast

Porto di Ospedaletti, amministrazione Cimiotti stima l’opera in 89 milioni

Per i prossimi tre anni il Comune punta su spiagge, pista ciclabile e messa in sicurezza del territorio

Ospedaletti. E’ di 89 milioni di euro l’ultima stima presentata dall’amministrazione Cimiotti per il completamento del porto turistico di Baia Verde. La cifra è stata inserita nel documento unico di programmazione, allegato al bilancio di previsione, approvato venerdì dal consiglio comunale con il voto contrario delle minoranze.

Nel programma delle opere pubbliche che l’amministrazione comunale conta di avviare nei prossimi tre anni, il project finincing di Baia Verde è di gran lunga il progetto più importante. Per il resto, sono tre le direttrici principali: la messa in sicurezza delle spiagge (1,9 milioni), della pista ciclabile (325 mila euro) e del territorio. Gli incarichi in questo senso sono già stati affidati all’architetto Sergio Raimondo e agli ingegneri Luca Cordeglio e Tiziano De Silvestri.

Tra le opere sotto i 100 mila euro è stato inserito il completamento di piazza Europa (lasciata a metà dalle elezioni amministrative), l’allestimento degli spazi per lo spostamento della biblioteca civica, dei vigili urbani dal Piccadilly presso i locali sotto il bar Alexandra e il completamento del cantiere sulle scuole.

Per quanto riguarda l’atteso recupero di Baia Verde, sempre nel corso del consiglio comunale di venerdì, il sindaco Cimiotti è tornato a parlare di progetto “in house”, senza meglio specificare se tale progettazione sarà affidata ai tecnici del Comune o a progettisti esterni. Sul punto le opposizioni hanno chiesto chiarimenti, in particolare sulle risorse dell’ente da destinare a un tale progetto che richiederebbe finanziamenti considerevoli, attualmente non a bilancio. I tempi per un recupero del porto, quindi, sembrano destinati ad essere ancora lunghi. Infatti, allo stato dell’arte ci sarebbe solamente un ricognizione condotta degli uffici del municipio sulla situazione normativa in essere, anche alla luce delle ultime sentenze del Consiglio di Stato. La stima di 89 milioni inserita nel Dup (documento unico di programmazione) sarebbe basata su una semplice comparazione effettuata sulla base delle diverse proposte pervenute da imprenditori nel corso degli anni.