Quantcast

Migranti, è di nuovo emergenza a Ventimiglia fotogallery

In assenza di un luogo in cui andare, mentre attendono di varcare il confine italo-francese, i migranti si accampano dove possono

Più informazioni su

Ventimiglia. A pochi giorni dal taglio del nastro per l’inizio dei lavori del nuovo parcheggio di corso Genova, sono tornati, a decine, i migranti sui binari della stazione di Ventimiglia. E non è l’unico luogo, il sedime ferroviario, ad essere scelto dagli stranieri per bivacchi di fortuna.
Nelle vie del centro, tornate ad essere affollate con la “zona gialla” che ha permesso nuova libertà ai cittadini, i migranti camminano trascinando in piccole valige i loro averi, in attesa di attraversare il blindatissimo (per loro) confine con la Francia.

Migranti Ventimiglia

Sulla spiaggia, poi, in prossimità della foce del fiume Roja, capannelli di stranieri trascorrono il tempo in attesa del momento buono per tentare il passaggio della frontiera. Mentre in piazza Battisti, la presenza di forze dell’ordine fa sì che non si creino bivacchi.

Ma basta fare qualche metro per trovare i migranti, quasi tutti uomini, accampati in città. Sotto il cavalcavia di via Tenda, ad esempio, si trovano giacigli di fortuna, pronti per la notte. Mentre in spiaggia, nei pressi del campetto di beach volley, ci sono ancora fumanti i resti di un falò: unico modo, quando la notte le temperature si abbassano, che gli stranieri hanno per scaldarsi in assenza di una struttura che li accolga.

Nel corso della visita del governatore ligure Giovanni Toti, il tema migranti è stato affrontato di sfuggita ma il sindaco è stato perentorio: non ci sarà nessun campo roja bis a Ventimiglia. In attesa che la Prefettura trovi un luogo idoneo all’accoglienza dei migranti in transito, la situazione nella città di confine si fa sempre più critica e il malcontento tra i cittadini cresce.

Più informazioni su