Quantcast

Liguria, firmato accordo con il gestore di “Cassa Artigiana”

Benveduti: «Quasi 11 milioni per l'accesso al credito degli artigiani»

Genova. Firmato nella sede di via Fieschi di Regione Liguria l’accordo con Artigiancassa Spa, soggetto aggiudicatario che gestirà, almeno per il prossimo triennio, “Cassa Artigiana”, lo strumento regionale per l’accesso al credito delle imprese artigiane, rinnovato rispetto al passato in forma e capienza.

«Sostenere e migliorare la capacità di credito dell’artigianato ligure, attraverso contributi a fondo perduto e un sistema idoneo di garanzie, era uno degli obiettivi che ci eravamo posti ancor prima della pandemia – spiega l’assessore allo Sviluppo economico Andrea BenvedutiL’emergenza economica ci ha spinto ad avvalorare il percorso intrapreso, diventando la prima regione in Italia a utilizzare i fondi europei in questo filone e triplicando rispetto al passato la dotazione di questa misura, con quasi 11 milioni di euro di disponibilità».

Lo strumento finanziario e gli interventi agevolativi associati e combinati, attuati nell’ambito delle azioni 3.6.1 e 3.1.1 del Por Fesr 2014-2020, consentono di: accedere a contributi a fondo perduto al 50% per le attività riconosciute dal marchio “Artigiani in Liguria” o ubicate nelle aree interne; migliorare l’accessibilità al prestito, ottenendo la controgaranzia di Regione ai confidi; abbattere del 2% annuo il tasso di interesse; ridurre le condizioni del costo della garanzia rilasciata dai confidi.

«Nei prossimi giorni – continua Benveduti – approveremo in giunta il regolamento, che avrà una retroattività tale da garantire la continuità dei finanziamenti, sospesi il 5 agosto 2019 per effetto dell’impossibilità di prorogare la precedente misura, e consentirà ai richiedenti di procedere da subito alla presentazione delle domande. Ringrazio le associazioni per aver collaborato, in maniera costruttiva, con i nostri uffici nella definizione di questo importante traguardo».