Quantcast

L’attore Antonio Carli: «Io blogger in piazza dopo le 22 nel giorno della Liberazione»

L'attore imperiese impegnato nell'allestimento della rassegna Folk in Diano

Sanremo. «Non si può festeggiare la festa della Liberazione e noi liberi non siamo». L’attore imperiese Antonio Carli, ospite dei nostri studi, commenta le sue performance, con tanto di maglietta #ioesco, della sera precedente la ricorrenza della Liberazione e del 25 aprile, quando, in violazione del coprifuoco, ha trasmesso dalla pagina Facebook Cogli1 oltre le 22, collegandosi prima da calata Cuneo e poi 24 ore più tardi da piazza della Vittoria leggendo una lettera di Sandro Pertini.

Protesta dell'attore imperiese Antonio Carli contro il coprifuoco

Carli espletando la sua attività di blogger non è incorso in sanzioni ma ha ottenuto centinaia di migliaia di visualizzazioni e una valanga di commenti, come lui stesso ammette, non tutti positivi.

A proposito della festa scudetto dell’Inter di domenica scorsa Antonio Carli, sempre controcorrente commenta: «Prima seguivano gli anziani col drone fuori dai supermercati, poi hanno permesso a migliaia di persone di assieparsi. Siamo sicuri che gli italiani manifestino per le cose giuste?».

Carli che sta preparando la prossima stagione estiva, in particolare la rassegna Folk in Diano recentemente si è recato a Bologna e a Ferrara dove ha incontrato, tra gli altri, il mitico batterista di Francesco Guccini e Fabrizio De Andrè Ellade Bandini.