Quantcast

La terza M del “Marco Polo” vince il concorso “Nel nome di Paolo e Giovanni”

Il tema dell'edizione 2020/2021 era "La mafia fa male a tutti.... Anche a chi non ce l'ha o crede di non averla"

Più informazioni su

Ventimiglia. È la classe 3M dell’Istituto Professionale per il Commercio “Marco Polo” (I.C. Fermi Polo Montale), indirizzo Servizi Commerciali, la vincitrice per la sezione Scuole Secondarie di secondo grado del concorso “Nel nome di Paolo e Giovanni” promosso dalla sezione ligure del Movimento Agende Rosse ideato da Salvatore Borsellino.

Il tema dell’edizione 2020/2021 era “La mafia fa male a tutti…. Anche a chi non ce l’ha o crede di non averla” e i ragazzi della classe, con il loro docente di Lettere, Davide Barella, hanno creato un’opera letteraria e teatrale illustrata, una raccolta di monologhi dedicati a tutto ciò che di mafioso contraddistingue la quotidianità.

«I nostri ragazzi hanno ben descritto, con elaborati in prima persona, tutti quei momenti della vita nei quali si ravvisano comportamenti e atteggiamenti mafiosi– dice la Dirigente, Antonella Costanza- dal bullismo al cyberbullismo, dalla maleducazione spiccia agli abusi di potere, dalle ingiustizie vere e da quelle concepite come tali, non è stato trascurato nessun ambito, ma pur sempre filtrato dalla sensibilità di ragazzi di 16, 17 anni».

Tutti gli elaborati sono stati quindi assemblati nella silloge dal titolo “Maledì (e dacci oggi il nostro male quotidiano)” e proposti per ora in forma letteraria, in attesa di essere poi recitati in pubblico quando le condizioni legate al Coronavirus lo permetteranno.

Più informazioni su