Quantcast

“Io sono l’imperatore”, lo scrittore Stefano Conti incontra i ragazzi della “Dante Alighieri” di Sanremo

L'incontro era previsto l'anno scorso ma a causa della pandemia da Covid-19 è stato rinviato a quest’anno

Sanremo. Venerdì 14 maggio, gli alunni delle classi terze della scuola media Dante Alighieri di Sanremo hanno parlato, con lo storico, docente di Storia Romana ed Epigrafia Latina all’Università di Siena, ma in questo caso soprattutto scrittore, Stefano Conti, autore del giallo storico “Io sono l’imperatore”.

«Il libro era stato letto dalle classi nel 2020 e l’incontro con l’autore già in programma per lo scorso anno scolastico, ma poi sappiamo com’è andata! A causa della pandemia Covid-19 è stato rinviato a quest’anno. Gli alunni e i professori hanno tenuto duro e, seppur in modalità online, si sono visti comunque ed è stato un gran piacere potersi confrontare con l’autore di questo intrigante romanzo giallo-archeologico. Lo scrittore ha dato parecchio spazio agli alunni, permettendo loro di fare tutte le domande che avevano a disposizione dando risposte esaurienti sulla sua passione per la scrittura, l’interesse per la storia, i gialli, i viaggi.

Durante l’incontro non sono state solo rilette alcune pagine del libro ma sono state anche inscenate, grazie all’attrice Stella Dimare, anche lei collegata con noi, proprio per coinvolgere ancora di più noi ragazzi. Stefano Conti, ci ha anticipato l’uscita del suo secondo libro: “Seguimi se vuoi” che è quasi come un sequel del primo.

Ancora una volta abbiamo potuto sperimentare quanto sia importante incontrare gli autori perché si scoprono sempre nuovi aspetti dei libri che ci vengono proposti, curiosità sulle scelte dei personaggi, la trama. Per esempio abbiamo capito come il protagonista principale, non è presentato come un supereroe, ma un semplice cassiere di banca che si trova invischiato in una vicenda più grande di lui, la ricerca della tomba dell’Imperato Giuliano l’Apostata. Questo perché ognuno può fare qualcosa di grande se è determinato.

La nostra scuola, la Scuola Media “Dante Alighieri”, non è la prima volta che organizza incontri con autori. Sempre in modalità online, abbiamo incontrato anche Nicolò Govoni, di cui avevamo letto il libro “Se fosse tuo figlio”. Anche questa è stata un’esperienza davvero indimenticabile, perché è un giovanissimo autore ma soprattutto, con il ricavato dei suoi libri sostiene l’associazione che ha contribuito a fondare “Still i rise” per la creazione di scuole nei paesi che hanno necessità! L’iniziativa è stata organizzata nell’ambito delle attività della Biblioteca Scolastica e del “Maggio dei Libri”» – racconta Evan Revera, alunno della classe terza D.