Quantcast
In tribunale

Gori beauty & hair school di Taggia, pm chiede condanna titolare per truffa allo Stato e falso

Il 19 luglio, davanti al giudice monocratico del Tribunale di Imperia Francesca Minieri, è attesa l'arringa dell'avvocato difensore Marco Bosio

tribunale imperia

Imperia. Al termine della sua requisitoria, il pubblico ministero Luca Scorza Azzarà ha chiesto una condanna a 3 anni e 8 mesi di reclusione per Paolo Gori, titolare della “Gori beauty & hair school” di Taggia, finito a processo con l’accusa di truffa allo Stato, per una presunta percezione indebita di erogazioni pubbliche, e falso.

Il 19 luglio, davanti al giudice monocratico del Tribunale di Imperia Francesca Minieri, è attesa l’arringa dell’avvocato difensore Marco Bosio, poi la sentenza.

I fatti. La vicenda giudiziaria è iniziata alcuni anni fa con un’indagine delle Fiamme Gialle che ha compiuto accertamenti sulla scuola relativi all’anno accademico 2015-2016. Secondo la tesi della pubblica accusa, l’istituto avrebbe alterato i registri di frequenza dei corsi di formazione per parrucchiere organizzati con i contributi della Provincia, il tutto “gonfiando” le ore di lezione per poi rilasciare regolari attestati agli aspiranti artigiani senza che fossero in possesso dei requisiti necessari.

 

commenta