Quantcast
Danni ad auto Croce Rossa a Ventimiglia: no borders a processo - Riviera24
Il caso

Danni ad auto Croce Rossa a Ventimiglia: no borders a processo

L'episodio nel maggio del 2016

auto danneggiata croce rossa

Imperia. Quattro no borders, accusati di favoreggiamento e resistenza a pubblico ufficiale, sono comparsi stamani in tribunale a Imperia davanti al giudice monocratico Francesca Minieri. I quattro attivisti sono finiti alla sbarra per aver fatto scudo, questa la tesi della pubblica accusa, a un altro no border accusato del danneggiamento di un’auto di servizio della Croce Rossa di Ventimiglia.

L’episodio è avvenuto in piena emergenza migranti, il 30 maggio del 2016, quando un no border genovese, colpito da foglio di via ha sfogato la sua rabbia scaricando un intero estintore sul mezzo della Cri. A quel punto è stato fermato dagli agenti di polizia, ma altri attivisti si sono schierati in sua difesa, portando il compagno all’interno della chiesa di San Nicola, in Via Roma, e schierandosi poi davanti a lui, costruendo così una barriera umana per non permettere alla polizia di entrare.

 

leggi anche
riviera24 - No border scarica estintore su mezzo Croce Rossa
In tribunale
Attivista No Borders danneggia auto della CRI, rigettato dal T.A.R. Liguria il ricorso
No border
L'episodio
Ventimiglia, no border scarica estintore su mezzo Croce Rossa
No border
Emergenza profughi
No Border scarica estintore su auto CRI, dieci attivisti identificati
commenta