Quantcast

Bordighera, Protezione Civile sempre più importante per la città: inaugurata nuova ambulanza fotogallery

Acquistata grazie a raccolta fondi

Bordighera. Essere utili agli altri in caso di necessità. Esserci, quando si ha più bisogno. Da oggi i volontari della Protezione Civile di Bordighera possono farlo con un mezzo in più: un’ambulanza, acquistata grazie a donazioni private, che servirà in caso di bisogno per la popolazione della Città delle Palme.
L’inaugurazione del mezzo di soccorso, dedicato alla memoria di Roberta Guerrato, prematuramente scomparsa, è avvenuta nel pomeriggio nel piazzale antistante la sede della Protezione Civile di via Regina Margherita alla presenza di tutti i volontari e delle autorità cittadine.

ambulanza protezione civile bordighera

Prima del taglio del nastro, l’ambulanza è stata benedetta da don Luca Salomone che ha sottolineato l’importanza dei volontari e «dell’essere l’uno per l’altro necessario, soprattutto nella fatica, nel bisogno, nella sofferenza e nella malattia». Parole di elogio alla Protezione Civile anche da parte del vice sindaco di Bordighera, Mauro Bozzarelli, che ha ricordato i numerosi servizi svolti dai volontari per la città: dalla presenza in caso di allerte meteo alla pulizia delle spiagge, passando per lo spegnimento degli incendi boschivi che vede uomini e donne impegnati soprattutto nei mesi estivi. E poi ancora la distribuzione di medicinali e pasti agli anziani e alle persone sole durante l’emergenza Covid-19. Senza contare la costante presenza durante le manifestazioni e i tanti servizi che i volontari svolgono sempre con il sorriso. Da oggi i volontari potranno aiutare ancora di più la popolazione, con l’ausilio della dottoressa Sonia Garnero, nominata direttore sanitario della Protezione Civile.

Anche il comandante della Polizia Locale Attilio Satta ha ringraziato la Protezione Civile per l’operato in città e per la cospicua collaborazione con i suoi agenti.

A Mariella Marongiu, presidente dell’associazione, sono spettati i saluti e i ringraziamenti: «Ringrazio Bordighera e i suoi cittadini – ha detto – In particolare il mio grazie va al sindaco e all’amministrazione comunale tutta, a Enrico e Roberta, che hanno creduto nel nostro progetto permettendoci di realizzarlo, a BordiEventi, che ci ha aiutato tantissimo nella raccolta fondi. Grazie anche al comandante Satta, al vicesindaco Bozzarelli, alla dottoressa Garnero, ai carabinieri di Bordighera e a don Luca per la sua presenza».