Quantcast

Ampliamento dehors e occupazione suolo pubblico, a Bordighera confermate le misure adottate nel 2020

«Confermiamo così la nostra volontà di essere in modo fattivo e concreto a fianco degli operatori, davvero provati da mesi di profonda difficoltà», commenta l’assessore Melina Rodà

Bordighera. La giunta comunale di Bordighera ha confermato, nella seduta dello scorso 12 maggio, le misure già adottate nel 2020 per l’ampliamento dei dehors e lo snellimento delle procedure di autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico a favore delle attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Ecco in dettaglio le disposizioni approvate, limitatamente al periodo tra il 1° giugno ed il 30 settembre dell’anno in corso.

Il rilascio di concessioni temporanee di aree pubbliche per la realizzazione di dehors oppure per il loro ampliamento, laddove possibile, fino al 100% della superficie già oggetto di concessione con esenzione dei versamenti del Canone Unico sino al 30 giugno 2021, salvo proroghe legislative e previo parere favorevole/nulla osta del Comando di Polizia Locale.

Il rilascio di concessioni demaniali marittime temporanee suppletive, senza versamento dei relativi diritti di istruttoria, a favore dei concessionari a seguito di apposita istanza da inoltrare all’Ufficio Demanio Marittimo attraverso il Modello D1, previo parere favorevole/nulla osta del Comando di Polizia Locale (per le attività ubicate sul demanio marittimo).

La conclusione del procedimento entro 15 giorni dall’acquisizione al protocollo generale dell’istanza al fine di consentire la tempestiva fruizione dell’area.

Il provvedimento si aggiunge a quelli già adottati dall’inizio dell’emergenza sanitaria a sostegno delle attività economiche del territorio (un impegno di 140.000 euro già stanziato per il solo 2021).

«Confermiamo così la nostra volontà di essere in modo fattivo e concreto a fianco degli operatori, davvero provati da mesi di profonda difficoltà – commenta l’assessore al Commercio Melina Rodà – . Lo abbiamo fatto dalla scorsa primavera e continueremo a farlo, con tutti gli strumenti che rientrano nella nostra disponibilità di intervento».

Città di Bordighera