Quantcast

Ventimiglia, Ioculano critico su passeggiata a sbalzo. Scullino: «Il Pd ci invidia per non averci pensato»

«Solo al termine dei lavori si vedranno i risultati e a parlare saranno i cittadini»

Ventimiglia. Non si placa la polemica sulla costruenda pista ciclo-pedonale a sbalzo sulla passeggiata a mare di Ventimiglia. L’opera, non ancora conclusa, continua a ricevere critiche della minoranza. E non solo, visto che è notizia di oggi che il consigliere regionale Enrico Ioculano (Pd) ha annunciato l’intenzione di presentare un’interpellanza sulla passeggiata a sbalzo in consiglio regionale, affermando di essere preoccupato per la sicurezza dei fruitori della futura ciclovia.
Polemiche strumentali, secondo il sindaco Gaetano Scullino e la sua amministrazione, che ribattono alle critiche ricevute. «Prendiamo atto del malumore manifestato dal consigliere regionale Enrico Ioculano e dal Pd sulla passeggiata a sbalzo – dichiarano -. E’ evidente che il loro malumore nasce solo dalla forte invidia per non aver avuto un’idea così brillante e funzionale».

«Solo al termine dei lavori si vedranno i risultati e a parlare saranno i cittadini – aggiungono – A quel punto anche quelli del Pd capiranno che si tratta di un’opera realizzata dall’amministrazione Scullino: una delle tante, a differenza del nulla fatto nei cinque anni di amministrazione Ioculano».

Per quanto concerne la sicurezza «non ci sono assolutamente problemi – ribatte il sindaco Scullino -. Dire che mancano le strisce pedonali, che ci sono barriere architettoniche, ecc., dimostra solo che i consiglieri del Pd non hanno neanche voglia di venirsi a vedere i progetti. Eppure basterebbe che capissero che l’opera ancora non è terminata e quando lo sarà, naturalmente, avrà gli attraversamenti pedonali e tutto quanto prevede la legge sull’abbattimento delle barriere architettoniche. Anzi, Ventimiglia diventerà la città dell’accessibilità e della vivibilità per tutti i cittadini e i turisti che verranno a trovarci».

«Nel frattempo – conclude Scullino – Porteremo in giunta giovedì il progetto di salvaguardia della costa, redatto dallo studio Sirito, che già aveva progettato il ripascimento delle spiagge cittadine. Il progetto riguarda il recupero e la salvaguardia delle coste e verrà poi inviato alla Regione per essere valutato. Grazie a questo, si riusciranno a risolvere problemi che in precedenza erano rimasti irrisolti».