Quantcast

Sanremo, pronta la residenza Over sorta nell’ex tribunale. A giugno l’inaugurazione

Prezzi e servizi offerti nella cittadella per over65 costruita in via Anselmi. A maggio le prime visite guidate

Più informazioni su

Sanremo. Terminati i lavori di rifinitura da pochi giorni, è pronta ad aprire le sue porte la nuova residenza privata per anziani “Over”, sorta al posto dell’ex palazzo di giustizia di via Anselmi.

I primi futuri ospiti che hanno prenotato un appartamento in questa piccola cittadella dedicata agli over 65, progettata per essere un’alternativa alle Rsa, con appartamenti assistiti e posti letto in comunità, potranno iniziare la loro nuova esperienza di vita a partire dai primi di giugno, quando il gruppo Over, che ha in gestione la struttura, ha programmato l’inaugurazione ufficiale.

Costruita al posto dell’ex tribunale, il cui edificio è stato acquistato nel 2006 dall’imprenditore Walter Lagorio che ha successivamente siglato un accordo con la società Over (partecipata dalla multinazionale francese Korian), la residenza privata di prossima apertura potrà accogliere alcune decine di “facoltosi” clienti tra utenti autosufficienti e parzialmente autosufficienti, offrendo loro servizi esclusivi. Per avere un posto in questa struttura che vuole rappresentare un modo nuovo di concepire le residenze protette, i prezzi oscillano da un minimo di 70 euro al giorno per un appartamento assistito (2100 euro al mese è quindi il prezzo di partenza) ai 60 euro/giorno per uno spazio in comunità. Nel prezzo di affitto sono inclusi tutti i servizi offerti che comprendono degli operatori socio assistenziali a disposizione tutto il giorno e la possibilità di usufruire degli spazi ricreativi come la biblioteca e la palestra, dimenticandosi delle incombenze come le pulizie, le utenze, potendo acquistare anche speciali pacchetti che integrano supporti specifici medici, infermieristici o fisioterapici. Presente una portineria fissa h24 che permetterà agli utenti e ai loro cari di entrare e uscire in qualsiasi momento. Discorso a parte per il ristorante che Over potrebbe aprire, in un secondo momento, anche a una clientela esterna ai residenti.

casa riposo lagorio ex tribunale

(Il cantiere in costruzione)

Nel corso del prossimo mese, andamento della pandemia permettendo, Over permetterà di visitare questa sorta di “condominio” protetto alle persone interessate. Segno che tutto è pronto per aprire e che i posti di lavoro per le professionalità richieste sono stati probabilmente già ricoperti.

La prima delle residenze “Vivere Over” di questo tipo era stata inaugurata recentemente a Sondrio: in quel contesto era stato presentato come “un progetto unico nel suo genere in Italia rivolto ai senior autosufficienti o parzialmente autosufficienti che desiderano trascorrere un periodo di riposo o anche solo di vacanza, in un contesto sociale e protetto”.

«Avere 65 anni significa avere davanti a sé una lunga vita – spiegava Rita Neri, amministratore delegato di Over&Over, società del Gruppo, che ha lanciato il progetto “Vivere Over” -, con la voglia e la necessità di viverla nel miglior modo possibile, senza rinunciare alle proprie passioni, allo svago e alla socialità. È un cambio di paradigma, un nuovo approccio alla terza età: non si invecchia, si cresce. E per questo servono condizioni ottimali, sia dal punto di vista emotivo che fisico, un supporto nel gestire la quotidianità, un aiuto in caso di necessità».

Dopo l’inaugurazione avvenuta a gennaio 2019 della residenza di Emerà in via Borea, il condominio protetto di via Anselmi risulterebbe la seconda “Rsa di lusso” gestita da un gruppo francese che viene aperta nell’arco di poco più di due anni nella Città dei Fiori, segno dell’importanza e della crescita che il settore della silver economy sta avendo a Sanremo. Una crescita incentivata dalle caratteristiche naturali di Sanremo – il suo clima, il mare e l’aria buona -, che sta portando ricadute occupazionali importanti per un territorio dove creare posti di lavoro non è mai stato semplice.

Più informazioni su