Cronaca

Sanremo, nuovo reintegro tra i presunti “furbetti”. Ma la giunta presenta appello

Il giudice del lavoro di Imperia "assolve" l'ex funzionaria Roberta Peluffo

blitz finanza comune sanremo

Sanremo. Si è riunita ieri pomeriggio la giunta Biancheri-bis per dare via libera al ricorso in appello contro la decisione del giudice del lavoro di Imperia che ha reintegrato in Comune l’ex dipendente di Palazzo Bellevue Roberta Peluffo, tra i funzionari coinvolti nell’inchiesta del 2016 sui cosiddetti “furbetti del cartellino” e assolta dal giudice per le udienze preliminari «da tutte le violazioni loro ascritte perché il fatto non sussiste». La Procura aveva presentato ricorso.

leggi anche
blitz finanza in comune a sanremo
Il caso
Sanremo, dagli arresti domiciliari al reintegro. Torna in Comune il primo presunto “furbetto del cartellino”

Dato il ricorso deciso d’urgenza dalla giunta comunale, sentito il legale che affianca l’amministrazione nelle cause di lavoro contro gli ex dipendenti, spetterà ora alla Corte d’Appello decidere se il reintegro potrà avere esito immediato, così come prescritto dal giudice del lavoro. In alternativa potrebbe anche essere stabilita una “sospensiva” in attesa della definizione nel merito del ricorso stesso. Poco più di un mese fa, un’altra funzionaria del caso “furbetti”, l’architetto Alessandra Seggi, era stata reintegrata in municipio a seguito di un accordo raggiunto con l’amministrazione civica che prevedeva la rinuncia agli arretrati e un risarcimento simbolico nell’ordine dei 10 mila euro.

Per entrambe rimane aperta la loro posizione nell’ambito del procedimento penale in corso di definizione.

leggi anche
blitz finanza in comune a sanremo
Il caso
Sanremo, dagli arresti domiciliari al reintegro. Torna in Comune il primo presunto “furbetto del cartellino”
blitz finanza in comune a sanremo
Il caso
Inchiesta Stachanov, per un dipendente reintegrato scatta nuovo licenziamento
commenta