Quantcast

Sanremo, lavori sul collettore fognario. Ditta Silvano: «Massima fiducia in Rivieracqua» foto

Spiega l'imprenditore edile: «Già dichiarato la nostra accettazione alle proposte contenute nel piano concordatario della società»

Sanremo. «Sono certo del potenziale della società Rivieracqua e confido nella sua continuità», a dichiararlo è Gianni Silvano, titolare dell’omonima impresa edile che in questi giorni sta intervenendo in somma urgenza sulla rottura del collettore fognario, verificatasi in corso Trento Trieste.

La precisazione arriva in merito alle indiscrezioni secondo cui alcune ditte preferirebbero avere rapporti diretti con il Comune di Sanremo piuttosto che con il gestore unico provinciale Rivieracqua, questo perché la società dei Comuni, prima della buona riuscita del processo di integrazione che la sta vedendo subentrare nelle gestioni cessate di Amaie, Amat e Aiga, ha avviato una procedura, tuttora in corso, di concordato preventivo in bianco volta a sanare la propria situazione debitoria nei confronti delle stesse imprese che per anni hanno lavorato sulla fiducia per Rivieracqua.

Silvano, già vicepresidente di Ance, aveva in anni recenti chiesto che Rivieracqua garantisse tutti i crediti accumulati. Nel caso dell’incarico appena ricevuto, tuttavia, l’imprenditore spiega: «Non ho mai dichiarato di non avere fiducia in Rivieracqua. Anzi, in qualità di creditore dell’azienda pubblica ho già dichiarato la nostra accettazione alle proposte contenute nel piano concordatario della società».