Quantcast

Sabato 24 aprile escursione alla scoperta dell’entroterra di Pompeiana

Esperienza adatta a chi sa affrontare salite e discese a tratti ripide

Più informazioni su

Pompeiana. Sabato 24 aprile prende il via un’escursione alla scoperta dell’entroterra di Pompeiana.

«Partendo da Pompeiana Superiore, feudo dei Quaranta di Lingueglietta, con una ripida mulattiera giungiamo alla cappella di San Bernardo. Ci troviamo nella zona di Prau Grande, all’interno del SIC (Sito di Interesse Comunitario), habitat ideale per specie animali e vegetali oggi piuttosto rari. La fauna è rappresentata principalmente dai rettili, anche molto rari, come la lucertola ocellata, la più grande in Europa, o il rarissimo pelotide punteggiato, una piccola rana diffusa solo in questo angolo di Liguria. Il sito fa parte della Rete Natura 2000.

Fra tutte queste bellezze naturali, saliamo sino sotto al Monte Croce fino a raggiungere il punto più elevato del percorso nei pressi del Monte Pian delle Vigne. Fra i pini imbocchiamo la discesa lungo il crinale del Monte Negro dove iniziamo a camminare a fianco dei caratteristici muretti a secco. Non si possono raccontare i panorami da lassù, devi esserci» – dicono gli organizzatori.

Scheda tecnica
Dislivello: 500 m circa
Tempo di percorrenza: 3,5 ore circa + visita dei borghi di Terzorio e Pompeiana Soprana
Lunghezza: 10 km
Difficoltà: E – Escursionistica – adatto a chi sa affrontare salite e discese a tratti ripide

Dati logistici
Ritrovo ore 10:30 a Pompeiana di fronte al palazzo comunale.

Info & prenotazioni
Marina Caramellino: 337 1066940 (Guida Naturalistica)
L’escursione è riservata a coloro autorizzati a raggiungere il luogo di partenza in base ai decreti in vigore.
L’escursione si effettuerà con un minimo 6 persone.

Equipaggiamento
Scarponcini da trekking, abbigliamento adatto alla stagione, giacchetta impermeabile, maglietta e calzini di ricambio, buona scorta di acqua, racchette da trekking (utili in discesa), cappellino, binocolo, macchina fotografica.
Pranzo al sacco a cura dei partecipanti. Dotarsi di tutte le misure di sicurezza (DPI) riportate nel regolamento.

Più informazioni su