Quantcast

Prorogate al 16 maggio le misure sanitarie anti Covid nel Principato di Monaco

Dal 3 maggio riaprono i bar per la colazione e riprendono le attività sportive al chiuso

Principato di Monaco. Il principe Alberto II ha deciso di prorogare al 16 maggio le misure sanitarie anti Covid attualmente in vigore nel Principato di Monaco.

Riconfermati il coprifuoco tra le 21 e le 6 del mattino, l’obbligatorietà del telelavoro sia nel settore pubblico sia in quello privato e la possibilità di accesso ai ristoranti solo per residenti, lavoratori, studenti e clienti degli hotel con prenotazione obbligatoria, servizio compreso tra le 11 e le 15 e un massimo di sei commensali per tavolo.

Grazie al progressivo miglioramento della situazione sanitaria, proseguono lentamente gli allentamenti: dal 3 maggio i bar che servono la colazione potranno riaprire tra le 6 e le 11 con accesso riservato a residenti, lavoratori del Principato e clienti degli alberghi. Il numero massimo di commensali consentito per tavolo è di sei persone e lo spazio tra i tavoli deve essere pari a 1,5 metri. Alla sera il servizio nei ristoranti viene prorogato fino alle 22 e la cena è riservata a residenti e ospiti degli hotel monegaschi.

Saranno inoltre consentite le pratiche sportive al chiuso purché si rispetti un rigoroso protocollo sanitario che prevede il portare la mascherina, la presenza di gel disinfettante e l’implemento del sistema di prenotazione per regolare il numero degli sportivi presenti.

Per quanto riguarda le società sportive, le attività riprenderanno applicando i protocolli elaborati dai responsabili e convalidati dalla Direction de l’action sanitaire. Per gli sport da contatto o da combattimento è possibile solo la preparazione atletica, il recupero completo avverrà successivamente. Per gli sport acquatici per i quali l’uso della mascherina è impossibile in ambiente umido, è consentita la pratica della vela e il canottaggio in solitaria.