Quantcast

Otto obiettivi per i 100 anni di Imperia, la promessa di Mulè: «Progetti inseriti nel Recovery plan» foto

Tra i punti discussi il trasferimento del comando provinciale dei carabinieri nella ex caserma Crespi

Imperia. Visita istituzionale nel pomeriggio di oggi del sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè nel capoluogo. A Palazzo civico Mulè ha incontrato il sindaco Claudio Scajola insieme alla sua giunta per un vertice nel quale è stato sottoposto al sottosegretario eletto alla Camera nel Collegio imperiese un elenco in 8 punti di richieste di finanziamento per opere da affidare al governo Draghi.

collage scajola mulè

La nuova caserma dei carabinieri destinata ad essere ospitata nella ex caserma Crespi, gli edifici scolastici, il potenziamento della viabilità cittadina attraverso una grande elettrificazione della città. «Il termine per la presentazione della domanda è il 4 giugno, stiamo lavorando giorno e notte», ha detto Scajola. Per attirare turisti la Albenga-Carcare-Predosa,  il raddoppio ferroviario Andora-Finale Ligure, la variante dell’Aurelia bis, sono alcuni degli altri punti illustrati dal primo cittadino nel corso della conferenza stampa. «Sono più di 15 anni che siamo fermi sull’Aurelia bis –ha sottolineato Scajola –  I tratti di Sanremo sono più o meno completati, ne manca solo un pezzo. Imperia non ha mai avuto nulla, abbiamo presentato il progetto». Il traforo Armo-Cantarana, la variante Pontedassio-Imperia come completamento della Statale 28.  «Questi sono i temi principali e le schede che ho consegnato all’amico Mulé», ha detto l’ex ministro.

«Il sindaco Scajola ha accennato a quella che è ormai più che un’ipotesi e che riguarda la caserma ex Crespi, quale  Comando provinciale dei carabinieri. Attualmente è dislocato in due edifici che sono in alcune parti in condizioni pessime. I carabinieri di Imperia meritano e necessitano di una nuova sede nel tempo più stretto possibile. E’ stata individuata l’ ex caserma Crespi, adesso faremo i passaggi necessari per definire il cronoprogramma. Devo dirvi che abbiamo anche lavorato, a proposito di caserme, su quella di Ospedaletti e su quella di Ventimiglia Alta che hanno bisogno di un’attenzione particolare», ha sottolineato  Giorgio Mulè. 

Sul tema  degli ambulanti Mulè ha aggiunto: «Attraverso il vice ministro del ministero dello Sviluppo Economico, Gilberto Pichetto Fratin, abbiamo ricevuto le delegazioni degli ambulanti di Confcommercio, Confesercenti e Unioncamere con le quali ci siamo confrontati e nei confronti dei quali abbiamo preso impegno di riaprire in sicurezza i mercati all’aperto e gli altri mercati, laddove ci siano condizioni igienico sanitarie e di prevenzione, che consentano le riaperture. Parlo già delle prossime settimane. La parte politica che io rappresento, Forza Italia nel Dl Sostegni, che adesso è in discussione al Senato inserisce bonus per gli ambulanti per una cifra di 100 milioni da suddividere su base regionale e locale, per gli ambulanti che hanno nocumento economico evidente dallo stop».

«Voglio rimarcare la vicinanza del governo a una città che non ha bisogno di un riscatto, ma ha bisogno di essere accompagnata verso un traguardo che è quello del Centenario, attraverso delle opere che il sindaco e la sua giunta hanno individuato come preliminari e prioritarie. Sono otto opere da inserire all’interno del Recovery plan per le quali il governo che io rappresento, ma soprattutto per i cittadini del collegio di Imperia e Sanremo che rappresento, troveranno immediatamente spazio in sede governativa», ha sottolineato il sottosegretario alla Difesa. 

«Il nostro parlamentare eletto in Riviera -ha concluso Claudio Scajola –  è diventato sottosegretario di Stato a un ministero importante come quello alla Difesa. Da undici anni questo territorio non aveva un rappresentante di governo. Lo abbiamo e con questa persona che è autorevole e ascoltata. Abbiamo bisogno di recuperare un rapporto con lo stato centrale. Attraverso l’onorevole Mulè al quale abbiamo affidato, per il suo interessamento con la costanza che gli riconosciamo, di poter rappresentare a Roma, ciò che ha ancora bisogno questo territorio per crescere. Siamo certi che lo porterà avanti con grande impegno e quindi è una buona giornata per il recupero di un rapporto con il governo centrale».