Quantcast

‘Ndrangheta, polizia arresta cinquantenne a Riva Ligure: in casa teneva arma con il colpo in canna foto

Il cinquantenne era già stato arrestato dalla Squadra Mobile tre anni fa per detenzione di sostanze stupefacenti

Imperia. La Polizia di Stato di Imperia ha arrestato all’alba di ieri, a Riva Ligure, Domenico Ciurleo: 50enne originario di Rosarno (Reggio Calabria) ma abitante nel Ponente ligure.

L’arresto è avvenuto nell’ambito delle operazioni “Handover” e “Pecunia Olet”, condotte dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria e dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, dal Ros dei carabinieri (supportato dal Comando provinciale di Reggio Calabria) dal Gico della Guardia di finanza di Reggio, insieme allo Scico, coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, per l’esecuzione di 53 ordinanze cautelari – 44 in carcere e 9 ai domiciliari – nei confronti di altrettanti soggetti indagati, a vario titolo, per associazione mafiosa, detenzione, porto illegale e ricettazione di armi, estorsioni (consumate e tentate), favoreggiamento personale, aggravati dalla circostanza del metodo e dell’agevolazione mafiosa, nonché per traffico e cessione di sostanze stupefacenti, prevalentemente marijuana e hashish. Indagini che hanno dato un duro colpo alle cosche delle famiglie ‘ndranghetiste dei Bellocco e dei Pesce, quest’ultima in particolare ramificata sul territorio di Rosarno e in altri comuni della Piana di Gioia Tauro, con interessi estesi in ambito nazionale e all’estero.

Domenico Ciurleo non è nuovo alle forze dell’ordine imperiesi: nell’aprile del 2018, la Squadra Mobile di Imperia lo aveva arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Un reato per il quale aveva già precedenti specifici. E se all’epoca i poliziotti avevano trovato nell’abitazione del pregiudicato una carabina ad aria compressa, priva della punzonatura comprovante la potenza di tiro inferiore a 7.5 Joule, ieri gli agenti lo hanno trovato in possesso di un’arma clandestina e artigianale, con il “colpo in canna“.