Quantcast

Molini di Triora, escursione alla scoperta di Glori e Carpasio

Ritrovo a Taggia

Più informazioni su

Molini di Triora. Giovedì 22 aprile verrà organizzata un’escursione alla scoperta di Glori e Carpasio, dai genovesi ai piemontesi.

«Glori è una frazione di Molini di Triora. Dalla sua posizione particolarmente abbarbicata fa da sentinella a un tratto della Valle Argentina nel Parco Naturale delle Alpi Liguri. Si narra che fu fondata nel 1350 circa quando la famiglia Ausenda vi si trasferì per sfuggire alla pestilenza di Triora. L’ipotesi è che il nome Glori derivi da Clori, l’appellativo mitologico della Dea della foresta, dei fiori e dei giardini e pare che sia stata abitata fin dalla preistoria da alcune tribù di cacciatori e pastori. Glori apparteneva alla Repubblica di Genova mentre Carpasio e tutta la valle del Maro, dal 1575, ai Savoia.

Da Glori percorriamo la mulattiera che ci conduce alla frazione di Fontanili, passando sotto al piccolissimo borgo di case Ruggeri e salendo nel bosco di castagni e roverelle. Dal colle delle Caranche scendiamo sul versante di Carpasio in valle Carpasina. Il sentiero ci conduce al Santuario della Madonna di Ciazzime del 1600 per poi proseguire fra le edicole raffiguranti la “Via Crucis” sino a Carpasio. Rientriamo dal sentiero del Santuario e saliamo per tornare in valle Argentina. Attraversiamo nuovamente i boschi e raggiungiamo il santuario della Madonna di Lourdes (600 m s.l.m.) da dove si può ammirare uno splendido panorama» – dicono gli organizzatori.

Scheda tecnica
Dislivello: 400 m circa
Tempo di percorrenza: 5 ore + soste
Lunghezza: 12 km – Giro ad anello
Difficoltà: E – Escursionistica – adatto a chi sa affrontare salite e discese a tratti ripide.

Dati 
Ritrovo ore 13:00 a Taggia vicino al mercato coperto.

Info & prenotazioni
Marina Caramellino: 337 1066940 (Guida Naturalistica)
L’escursione è riservata a coloro autorizzati a raggiungere il luogo di partenza in base ai decreti in vigore.
L’escursione si effettuerà con un minimo di 6 partecipanti.

Equipaggiamento
Scarponcini alti con buona suola, abbigliamento adatto alla stagione, k-way, buona scorta d’acqua, racchette da trekking (utili sia per la salita che per la discesa). Dotarsi di tutte le misure di sicurezza (DPI) riportate nel regolamento.

Più informazioni su