Quantcast

Imperia Rugby, al “Pino Valle” prosegue l’attività delle categorie giovanili

Merito dell’affidabilità e della competenza del gruppo di tecnici e dirigenti

Più informazioni su

Imperia. Ripartire dalla base. Tema principale del rugby italiano in queste settimane, è anche la priorità del nuovo presidente federale, Marzio Innocenti. Anche Imperia, anche la Riviera, è una base. Sta anzi diventando una base solida ed esemplare. Vediamo perché. La Federazione Italiana Rugby ha riaperto dal primo aprile gli allenamenti con il contatto. Verranno sempre adottate le procedure preventive: tamponi cadenzati e ciò che è previsto dagli attuali regolamenti sanitari.

Al “Pino Valle” di Imperia l’attività non si è mai fermata, sono stati rispettati tutti i termini di regolamento sanitario, tutti hanno lavorato con assoluta resilienza, allenandosi, facendo sacrifici, (evitando di utilizzare gli spogliatoi,) nell’attesa di poter svolgere qualche agognata partita, al momento in possibile programma a giugno.

«Scrivendo, sempre, con una ragionevole dose di prudenza. Le notizie, vero, sono state finora fornite in modo oculato e parsimonioso, ma tant’è, chiunque fa la sua parte e la parte che può, senza troppa enfasi, come è nello stile del mondo ovale. In ogni caso il “Pino Valle” di Imperia è stato un porto sicuro per tutta l’attività giovanile, quella sotto i 14 anni. Anzi, quest’ultima categoria è stata infine classificata di interesse nazionale sportivo e quindi potrà adoperarsi nelle future partite, facendo allenamento a pieno titolo. Senza considerare quindi le under 16, 18 e la Seniores, che mantengono i loro ranghi e il loro status, impressionano i numeri del settore giovanile, targato Imperia Rugby. Ci sono persino bambini sotto i 4 anni così come molti altri under 6. Almeno venti elementi non è cosa da poco. La tendenza si conferma con under 10 e under 12 per arrivare al pieno successo numerico nella under 14, con 30 giovani atleti: neanche i professionisti, talvolta, hanno numeri di questo tipo sempre disponibili.

Merito dell’affidabilità e della competenza del gruppo di tecnici e dirigenti, nonché dell’assistenza di club house e del settore sanitario. Al netto dei titoli tecnici di ogni allenatore, il sistema è oliato e ricco di figure di rilievo. Basta scorrere un elenco motivato:

Tecnici under 4/6: Alessandra Ravotto, Paolo Novaro, Davide Pozzati, Viviana Bousquet, Alice Mori. La Ravotto è fisioterapista, campionessa mondiale di sport di contatto, molto vicina al mondo dei diversamente abili. Paolo e Davide rappresentano le guardie esperte della Seniores e hanno una vita rugbistica da raccontare. Allo stesso modo Viviana, mamma e atleta completa, dotata di particolare sensibilità. Alice ha mangiato pane e rugby da sempre, giungendo anche in prima divisione nazionale con il Cus Torino.

Tecnici Under 8: Vincenzo Zumbo e Guglielmo Borzone. Una splendida coppia di giovani, dove il primo è anche insegnante di Scienze Motorie e il secondo è un esempio di luminosa carriera nel contesto ovale imperiese.

Tecnici Under 10: Alessandro Ardoino, Riccardo Archimede e Davide Ferraro. Giovani per i giovani, fratelli maggiori per un gruppo molto affiatato. Studenti con la testa a posto, giocatori da sempre…

Tecnici Under 12: Mariuccia Reitano e Enrico Abbo, come dire, la voce dell’esperienza. Hanno sicuramente globuli rossi ovali, però dalla loro parte c’è autorità e competenza, considerando la fascia di età a loro cura. Insegnante la prima, professionista il secondo, rugbisti con famiglia di rugbisti, genitori ed esempi.

Tecnici Under 14: Alessandro Castaldo, Elvezio Reitano e Ezio Archimede: un mix di esperienza per la categoria che prepara all’ingresso nel mondo dei grandi. Altissima densità di fosforo nell’esperienza di tutti, con una importante competenza multisportiva, l’insegnamento delle Scienze Motorie e molto altro.

Si lavora quindi con uno scopo sportivo reale, quelle delle partite volontarie per tutte le categorie dall’ under 14 in su. Base in Liguria e tanta tanta attesa…più di un anno, se saranno a giugno» – fa sapere l’Imperia Rugby.

Il sistema societario Imperia Rugby-Union Riviera Rugby si sta già attrezzando con i tamponi antigenici settimanali in relazione alle partite di cui si parlerà fra non molto. E per il momento, alla fine della “zona rossa”, tutte le categorie nuovamente in campo.

Più informazioni su