Quantcast

I circoli democratici sanremesi discutono le tesi del segretario Enrico Letta

Dalle assemblee sono arrivate tante suggestioni e suggerimenti concreti

Sanremo. Si sono conclusi i lavori delle assemblee dei circoli del Partito Democratico di Sanremo. Tra iscritti e simpatizzanti sono state all’incirca settanta le persone coinvolte, chiamate ad esprimersi sui 21 punti programmatici presentati dal segretario nazionale Enrico Letta durante l’assemblea nazionale del partito, tenutasi il 14 marzo scorso.

A consultazione ultimata ogni circolo ha inviato un documento di sintesi al PD nazionale, il quale avrà il compito di recepire e tradurre in pratica politica i suggerimenti e le istanze giunte dai territori. Le assemblee si sono svolte online, in presenza e in modalità mista, sempre naturalmente nel pieno rispetto delle norme anti-covid. È stato un significativo esercizio di democrazia partecipativa, il quale ha fatto emergere una mai sopita voglia di politica e di partecipazione da parte dei cittadini nonostante il difficilissimo periodo che stiamo vivendo. Dalle assemblee sono arrivate tante suggestioni e suggerimenti concreti.

Alcuni temi hanno tenuto banco più di altri, segno, evidentemente, del fatto che hanno maggiormente toccato la sensibilità dei partecipanti. Ad esempio, nelle tre assemblee dei circoli è emersa con chiarezza la necessità di tutelare e irrobustire il Servizio Sanitario Nazionale, quindi è emerso il bisogno di salvaguardare la sanità quale bene pubblico e comune. La nutrita partecipazione della componente femminile ha reso centrale la questione del gender gap, ossia della parità di genere, da raggiungere – secondo i presenti – sia in ambito lavorativo, sia sul piano culturale. Anche su scuola, università e insegnamento è stato detto tanto e in molti hanno auspicato una profonda riforma della scuola, in modo da ripensare anche i programmi d’insegnamento e i percorsi di formazione e selezione del corpo docente. Per quel che concerne il tema del lavoro in molti hanno chiesto a gran voce che torni ad essere centrale nell’azione politica del partito, la quale deve puntare a una riforma profonda che tenga conto dei radicali cambiamenti avvenuti in questi anni anche in campo economico e produttivo.

Questi e molti altri temi sono stati dibattuti nelle assemblee, dalle quali è emerso anche un dato politico rilevante, vale a dire la forte coesione e unità d’intenti tra i partecipanti. I tre circoli del Partito Democratico di Sanremo – Centro, Levante e Coldirodi – assicurano che ci saranno molti altri momenti d’incontro e di dibattito politico e sperano che la partecipazione sia sempre maggiore.