Quantcast

Fake news su vaccini, in centinaia in coda a Camporosso, Taggia e Imperia foto

"Distorta" una nota interna dell'Asl, che invitata chi aveva prenotato la vaccinazione ad anticipare l'appuntamento

Imperia. «Dosi di vaccino avanzate e somministrate a chiunque». E’ bastato che circolasse sui social una fake news relativa alle vaccinazione contro il Covid-19, perché centinaia di persone si riversassero nei poli vaccinali della provincia di Imperia, dove oggi erano in corso vaccinazioni su prenotazione.

E così, a Camporosso, Taggia e Imperia centinaia di persone, tutte nate tra il 1942 e il 1950, hanno dovuto attendere ore per la somministrazione del vaccino. Altrettante quelle rimandate a casa dai tre hub allestiti in provincia di Imperia.

Ma la notizia della vaccinazione “straordinaria”, non era del tutto falsa. Tutto è iniziato quando ieri, a fronte della scarsa risposta all’invito dei nati nel 1942 di presentarsi ad orari stabiliti a seconda del mese di nascita presso i tre hub per le vaccinazioni, l’Asl 1 Imperiese ha contattato tramite i propri uffici i residenti nati tra il 1942 e il 1950 che avevano già prenotato il vaccino offrendo loro di anticipare la somministrazione. Una comunicazione che, da interna e riservata, è diventata di dominio pubblico quando è stata diffusa su Facebook. Da quel momento, il tam tam è stato inarrestabile e a presentarsi a Camporosso, Taggia e Imperia non sono stati solo i cittadini che avevano già prenotato il vaccino.

Oltre ai più “anziani”, presso gli hub vaccinali si sono presentati anche dei giovani, convinti che oggi avrebbero potuto farsi vaccinare in modo del tutto straordinario. Per cercare di arginare il problema, sempre su Facebook è poi comparso un altro messaggio, questa volta ufficiale: «Stanno circolando notizie errate relative alla somministrazione dei vaccini presso il centro Falcone di Camporosso. Oltre ai nati nel 1943 ed agli ultravulnerbili prenotati, solo per oggi, posso presentarsi anche i nati negli anni 1944, 1945, 1946, 1947, 1948, 1949 e 1950 solo se in possesso di ricevuta di avvenuta prenotazione presso il centro di Camporosso. Coloro che non presenteranno la ricevuta di prenotazione all’ingresso non potranno essere vaccinati. Informiamo inoltre che la notizia che sta circolando circa “dosi di vaccino avanzate e somministrate a chiunque” è una fake news». Ma, ormai, tra notizia distorta e realtà, il caos era stato generato.