Quantcast

Coronavirus, Toti: «Incidenza virus in discesa». Ma a Imperia si registra la media più alta

Media regionale è 162/100mila: la provincia di Imperia è a 228/100mila

Genova. Con 228 casi su 100mila abitanti in sette giorni, la provincia di Imperia si conferma quella in cui il Covid-19 circola maggiormente, anche se i dati sono in calo rispetto alle scorse settimane. Lo ha reso noto il presidente Giovanni Toti durante la consueta conferenza stampa di aggiornamento sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Liguria.

Il governatore ligure ha parlato di «dati sostanzialmente positivi»: calano infatti i contagi, così come gli ospedalizzati, e soprattutto cala (almeno nel levante della Regione) l’incidenza di circolazione del virus: tra i criteri tenuti in considerazione dal ministero della Salute per assegnare le “zone” gialla, arancione e rossa.

«Stiamo consolidando un trend, sia per quanto riguarda la campagna vaccinale, sia per quanto riguarda il numero dei contagiati in regione Liguria – ha detto Toti -. Per quanto riguarda le incidenze, ovvero quel numero relativo ai 100mila abitanti dai  casi registrati negli ultimi sette giorni, Regione Liguria è oggi a una media di 162 casi su 100mila abitanti nell’unità di tempo dei sette giorni».

Per quanto riguarda le due province “osservate” speciali nelle scorse settimane, Imperia e Savona, il presidente ha aggiunto: «E’ importante dire che continuano a scendere fortunatamente anche le due province che nella settimana passata erano state colpite da provvedimenti restrittivi perché l’incidenza del virus cresceva in modo più che proporzionale rispetto alla regione. Infatti Savona ormai si è stabilizzata intorno a quota 200/2004. Mentre Imperia è scesa a quota 228. Il numero limite per l’allarme è 250».

Fanno abbassare la media regionale i dati di Spezia, che con 106 casi su 100mila abitanti si conferma la provincia con l’incidenza minore di virus che circola nel suo territorio, e la città metropolitana di Genova, ferma a quota 132. Direi che sono dati sostanzialmente positivi che confermano un trend in discesa dell’incidenza che non vedevamo così bassa da alcune settimane.