Quantcast

Colpo di scena a Ponente, Toti riporta la provincia di Imperia in zona arancione

I dati sono scesi sotto la soglia critica dei 250 contagi ogni 100mila abitanti

Imperia. Colpo di scena: la provincia di Imperia da lunedì torna in zona arancione. Sembrava ormai certa la proroga della zona rossa per l’Imperiese e per la provincia di Savona, istituita il 1° aprile per via dell’aumento dei contagi, e invece il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ha deciso quest’oggi il cambio di colore.

Nei giorni scorsi i commercianti avevano manifestato il proprio malcontento per la situazione e i sindaci della zona, come il primo cittadino di Sanremo Alberto Biancheri e quello di Taggia Mario Conio, avevano proposto di riaprire per dare respiro all’economia.

Nel confronto con il governatore ligure hanno preso la parola il sindaco della Città dei Fiori che ha chiesto di parametrare l’indice Rt e applicare le stesse regole su tutta la regione, a differenza di come avviene al momento con alcune province che possono finire in rosso a discapito di altre che restano invece in arancione. Dell’opinione opposta il sindaco di Imperia Claudio Scajola che ha chiesto una parametrazione dell’indice più dettagliata arrivando ai distretti.

Sarà invece firmata un’ordinanza riguardante la scuola, che dispone il ritorno in classe del 50% degli studenti delle scuole superiori (secondarie di secondo grado) statali e paritarie, oltre che per la formazione professionale (IeFP), gli istituti tecnici superiori (Its) e i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts) in tutta la Regione. Alla mezzanotte di domenica 11 terminerà la sua validità anche l’ordinanza che riguarda il divieto di raggiungere le seconde case e le imbarcazioni.

«I dati degli ultimi 3 giorni – spiega il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – ci dicono che in entrambe le province si sia scesi sotto la soglia critica dei 250 contagi ogni 100mila abitanti. È giusto applicare le misure, anche le più stringenti, quando la situazione lo rende necessario, ma è anche altrettanto corretto alleggerire quando la curva del contagio lo consente. Tutta la Liguria torna in zona arancione, è una boccata di ossigeno, anche se purtroppo ancora relativa. Voglio ribadire quanto sia necessario tenere alta l’attenzione: intorno a noi la situazione è ancora complessa».