Quantcast

Camorra, carabinieri arrestano 47enne a Sanremo

Giosafatte si trovava a Sanremo per caso, ma non è ancora chiaro il motivo ovvero se per incontrare qualcuno, per qualche traffico illecito o perché intenzionato a scappare in Francia

Sanremo. I carabinieri hanno arrestato stamani, a Sanremo, Giosafatte Giuseppe Elia, 47 anni. L’uomo è finito in carcere insieme ad altre 25 persone nell’ambito di un blitz anticamorra eseguito dai carabinieri di Napoli, coordinati dalla Dda, che hanno notificato 26 provvedimenti a soggetti ritenuti appartenenti a due organizzazioni criminali che si occupavano di estorsioni e traffico di stupefacenti (acquistando droga anche dalla ‘ndrangheta) nel Napoletano, tra Poggiomarino e i comuni limitrofi. I militari dell’arma hanno anche sequestrato beni per circa 50 milioni di euro.

Stando a quanto si apprende, Giosafatte era a Sanremo per caso: non è però ancora chiaro se per incontrare qualcuno per qualche traffico illecito o perché intenzionato a scappare in Francia.

Le indagini hanno consentito di fare luce su una serie di estorsioni e di intimidazioni, con colpi d’arma da fuoco, ma soprattutto su un traffico di stupefacenti, con approvvigionamenti anche attraverso le ‘ndrine calabresi. Il clan riconducibile a Giuseppe Giuliano, detto o’minorenne, acquistava la droga grazie ai contatti con la n’drina calabrese dei Pesce-Bellocco della Piana di Gioia Tauro, dalla quale si riforniva di marijuana proprio attraverso Giosafatte Giuseppe Elia.