Quantcast

Bordighera, prorogata al 31 ottobre la scadenza del pagamento del canone unico

«Abbiamo preso questa decisione per dare agli operatori ancora più tempo rispetto a quanto previsto nel decreto di emanazione governativa», ha dichiarato il sindaco Ingenito

Più informazioni su

Bordighera. L’amministrazione di Bordighera conferma il proprio impegno a favore del tessuto economico cittadino con una ulteriore misura di sostegno, che si aggiunge ai 140.000,00 euro già previsti nella variazione di bilancio. Nella seduta del 9 aprile la Giunta ha infatti deliberato, con riferimento a specifiche attività economiche, di prorogare al 31 ottobre 2021 in unica soluzione la scadenza del pagamento del canone unico, introdotto dal 1° gennaio scorso in sostituzione di Tosap e canone mercatale.

Il provvedimento è stato adottato anche alla luce del Decreto Legge n. 41 del 22 marzo scorso (il cosiddetto Decreto Sostegni), che ha previsto l’esonero dal pagamento del Canone Unico fino al 30 giugno 2021 a favore di determinate categorie produttive. L’amministrazione della città delle palme ha scelto, quindi, di intervenire ulteriormente con il posticipo della scadenza al 31 ottobre 2021.

Le categorie che beneficeranno della proroga sono le stesse interessate dall’esonero stabilito nel Decreto Sostegni, ossia:
le imprese di pubblico esercizio di cui all’articolo 5 della legge 25 agosto 1991, n. 287, titolari di concessioni o autorizzazioni concernenti l’utilizzazione del suolo pubblico (a titolo esemplificativo esercizi di ristorazione e similari, bar, gelaterie, pasticcerie e similari);
i titolari di autorizzazioni concernenti l’utilizzazione temporanea del suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114 (a titolo esemplificativo operatori mercato ambulante).

Gli operatori che potranno corrispondere il canone unico beneficiando della scadenza al 31 ottobre riceveranno il relativo avviso di pagamento in tempo utile per poter effettuare il versamento.

«Abbiamo preso questa decisione per dare agli operatori ancora più tempo rispetto a quanto previsto nel decreto di emanazione governativa – commenta il sindaco Ingenito – . Siamo alle porte della stagione che, secondo gli auspici di tutti, dovrebbe segnare la ripartenza; è importante che chi ha vissuto una crisi così profonda possa affrontare i prossimi mesi con quanta più tranquillità possibile. Da parte nostra assicuro che continueremo a monitorare lo scenario, con l’obiettivo di dare sostegno con tutti gli strumenti a nostra disposizione».

Più informazioni su