Quantcast

Bordighera, anziano invalido non ha ancora appuntamento per il vaccino. Lo sdegno della figlia

Inserito nelle liste dell'Asl come soggetto ultra-fragile

Più informazioni su

Bordighera. «Mio padre, 86enne invalido al cento per cento non ha ancora ricevuto il vaccino e nemmeno un appuntamento per farlo». A dichiararlo è P.M., figlia di un anziano costretto a letto a causa della malattia. Un “ultra-fragile”, dunque, come vengono definite le persone che sono più a rischio di contrarre il Covid-19 con conseguenze molto serie.

«Papà è stato inserito nelle liste direttamente dalla ASL perché ha in dotazione un letto ospedaliero – spiega la figlia – Ogni settimana telefono per sapere se hanno prenotato un appuntamento per lui, ma la risposta è sempre la stessa: “Suo padre è in lista deve avere pazienza”. Io ne ho molta, di pazienza, ma faccio un lavoro a rischio, essendo cassiera in una macelleria, a contatto con il pubblico tutti i giorni: non me la sento di abbandonare mio papà e con tutte le precauzioni del caso sono sempre con lui, però questa presa per i fondelli deve finire».

Più informazioni su